Tra le sostanze pericolose che possiamo trovare comunemente nell’ambiente domestico vi sono gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA) ed il benzene. Vediamo perché è meglio starne alla larga…

IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI (IPA)

Alcune di queste sostanze sono cancerogene e alteranti del sistema endocrino. A volte si riconoscono per l’odore penetrante come nel caso del catrame o dei combustibili fossili. Ma a volte si annidano in modo perfido e insidioso, come nei giocattoli dei bambini di plastica o di gomma, impiegati come ammorbidenti.

Gli IPA sono contenuti anche in numerosi alimenti (carne, pesce, vegetali, e frutta) in quantità variabile in funzione della modalità di preparazione dell’alimento: la grigliatura, l’affumicatura, la torrefazione e la tostatura sono i trattamenti “a maggior rischio”. In particolare, bisognerebbe dunque evitare gli alimenti bruciacchiati alla griglia e controllare il funzionamento di stufe e caminetti.

Oltre a ridurre l’abitudine al fumo di sigaretta, bisognerebbe adottare alcuni accorgimenti nella preparazione dei cibi, evitando di far annerire i prodotti durante la cottura (vale anche per pizza, pane e biscotti).

Gran parte degli IPA proviene dall’esterno attraverso le scarpe e gli indumenti, a causa della loro capacità di depositarsi sulla polvere. Le concentraziopni indoor di molti IPA tuttavia sono generalmente maggiori di quelle outdoor; in ambienti con fumatori si può arrivare ad un valore di concentrazione tre o quattro volte superiore.

BENZENE

Il benzene è un idrocarburo aromatico monociclico di alta tossicità per l’uomo. Un’esposizione da 5 a 10 minuti ad un tasso di benzene nell’aria al 2% può essere già letale. Dei tassi più bassi possono generare sonnolenza, vertigini, tachicardia, mal di testa, tremori, stato confusionale. Proviene principalmente dal traffico veicolare, ma viene prodotto anche negli ambienti indoor da fonti come il fumo di tabacco, le combustioni domestiche incomplete del carbone e del petrolio e dai vapori liberati da prodotti che utilizzano questa sostanza come solvente: detergenti, colle, vernici e cere per mobili.

Un buon consiglio è quello di evitare di aerare i locali nelle ore di elevato traffico veicolare. Preferite poi i detergenti e le vernici che non contengano benzene.