Non tutti amano i broccoli, specialmente i bambini che spesso si rifiutano di mangiarlo prediligendo alimenti meno sani ma più saporiti. Al contrario di quanto percepito dalla maggior parte delle papille gustative delle persone, invece, il broccolo ha delle proprietà importantissime utili a depurare il nostro organismo dallo smog a cui il nostro corpo è esposto ogni giorno. Lo ha dimostrato uno studio condotto dalla Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora e pubblicato su Cancer Prevention Research.

Lo studio è stato condotto su circa 300 residenti di regione cinese particolarmente inquinata, la comunità agricola nella provincia di Jiangsu. Secondo quanto rilevato dagli studi, bevendo ogni giorno mezza tazza di una bevanda a base di germogli di broccoli si produce una rapida e significativa escrezione di benzene e acroleina, che fin dal primo giorno aumenta del 61%. Il frullato di broccoli, infatti, fornisce sulforafano, un composto vegetale dalle proprietà preventive dei tumori negli animali.

Gli autori dello studio, John Groopman e Anna M. Baetjer, hanno sottolineato che “l’inquinamento atmosferico è un problema di salute pubblica complesso e pervasivo. Per affrontare il problema globalmente, oltre alle soluzioni tecniche per ridurre le emissioni inquinanti regionali, abbiamo bisogno di tradurre la nostra scienza di base in strategie per proteggere le persone da queste esposizioni”. Per poter depurare il nostro organismo sono quindi sufficienti pochi accorgimenti e una sana alimentazione e, dopo la ricerca degli studiosi di Baltimora, il cui “studio sostiene lo sviluppo di strategie alimentari alla base di questo complessivo sforzo di prevenzione”, il broccolo sembra essere una delle chiavi per il successo depurativo del nostro fisico.

photo credit: Nomadic Lass via photopin cc