L’Organizzazione mondiale della sanità lancia l’allarme: “Lo smog è cancerogeno almeno quanto sostanze come l’amianto o la benzina“. Una conclusione frutto di uno studio seguito dal Centro internazionale di ricerca su cancro e che conferma quanto sospettato già da molti.

Il Dott. Kurt Straif dell’Oms ha spiegato, infatti, che l’inquinamento non riveste solo un grande rischio per la salute in generale, ma anche una delle principali cause ambientali delle morti per tumore ai polmoni (secondo i dati più recenti del Centro internazionale sul cancro, nel 2010 sono morte per questa malattia 223.000 persone), dove ha un effetto addirittura maggiore del fumo passivo, ma anche alla vescica.   persone sono morte di cancro ai polmoni per l’inquinamento atmosferico (scopri qui qual la regione d’Italia più inquinata).

Il rischio per i singoli individui è basso, anche se Straif ha precisato che le fonti di questo tipo di inquinamento sono così diffuse da essere difficili da evitare.

L’agenzia pubblicherà in maniera più dettagliata le sue conclusioni fra qualche giorno nella famosa rivista medica britannica “The Lancet”. I dati della ricerca non hanno permesso di stabilire se un particolare gruppo (donne o uomini, giovani o anziani) sia più vulnerabile ma è emerso che più aumenta l’esposizione più aumentano le probabilità di ammalarsi.

photo credit: joiseyshowaa via photopin cc