L’ iniezione intracitoplasmatica di sperma (in inglese Intracytoplasmatic Sperm Injection), o più semplicemente ICSI, è una tecnica di riproduzione assistita che permette l’ unione diretta tra ovulo e spermatozoo. Agevolando la fecondazione, essa rende quindi possibile il concepimento anche in coppie con diagnosi di fattore maschile severo.

Se nella classica FIVET (fecondazione in vitro e trasferimento embrionario) l’ ovocita viene messo a contatto con gli spermatozoi, di cui uno penetra spontaneamente in vitro nell’ ovocita, nella ICSI lo spermatozoo è invece micro-iniettato direttamente all’ interno dell’ ovocita mediante un macchinario chiamato micromanipolatore. In sostanza, l’ uovo viene penetrato con un ago microscopico e lo spermatozoo iniettato in modo che la fecondazione abbia luogo in vitro. L’ embrione che ne risulta viene infine impiantato nell’ utero.

Facilitando ulteriormente la fecondazione, l’ iniezione intracitoplasmatica risulta quindi indicata anche in gravi condizioni di infertilità. L’ ICSI rappresenta oggi quasi la metà di tutte le fecondazioni in vitro ed è considerato il trattamento di elezione per l’ infertilità maschile causata da azoospermia (assenza di spermatozoi) o da grave oligospermia (bassa concentrazione di spermatozoi), compresi i casi di ostruzione dei dotti eiaculatori. La tecnica è inoltre indicata in caso di basso numero di ovociti dopo la punzione follicolare; spermatozoi con problemi di motilità o dalla morfologia carente; presenza di anticorpi antispermatozoi nel liquido seminale e nei casi di infertilità non spiegata. Possono infine ricorrere al trattamento le coppie in cui la FIVET abbia dato in precedenza esiti negativi o quando è necessario ricorrere a spermatozoi crioconservati, come nel caso di uomini vesectomizzati, o sottoposti a trattamenti di radioterapia o chemioterapia.

In passato il successo dell’ ICSI dipendeva in massima parte dall’ abilità e dall’ esperienza del centro presso cui veniva praticata; il crescente utilizzo della tecnica ha tuttavia determinato percentuali di successo sempre più alte.