L’influenza in gravidanza non deve spaventare le future mamme: se la situazione non degenera in anomalie, è del tutto naturale che ci si possa ammalare nel corso della gestazione. L’influenza in gravidanza può essere favorita anche dal fatto che questa particolare condizione fisica della donna comporta un abbassamento delle difese immunitarie e quindi maggiori probabilità di ammalarsi.

L’influenza della futura mamma non rappresenta un pericolo per il feto ma è chiaro che bisogna prestare molta attenzione e cercare di evitare che una semplice febbre possa trasformarsi in altro di maggiormente pericoloso. Se è vero, quindi, che l’influenza in gravidanza, di per sé, non rappresenta un problema, è anche vero che i sintomi non vanno presi con sufficienza e qualsiasi anomali deve essere subito sottoposta al vaglio di un medico.

Influenza in gravidanza: le precauzioni da prendere

Uno dei consigli principali da dare ad una donna che aspetta un bambino è quello di fare il vaccino. Secondo quando consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti,  tutte le donne che, all’inizio della stagione influenzale (tra novembre e dicembre) si trovano nel secondo o terzo trimestre di gestazione dovrebbero vaccinarsi, rassicurando sul fatto che il vaccino, costituito da virus morti, non comporta alcun rischio per il feto, in nessuna delle fasi della gravidanza. Il vaccino metterebbe al sicuro da eventuali complicanze, molto più frequenti nelle donne che sono in fase di gestazione.

La febbre alta può costituire un problema per il feto perché attiva le difese naturali e può così comportare la comparsa di contrazioni dell’utero, arrivando a determinare persino un parto prematuro. Per questo motivo è bene controllare sempre la temperatura, in modo tale che questa non si alzi troppo.

Influenza in gravidanza: i rimedi

Quando si ha febbre nel corso della gravidanza è bene consultare il medico, soprattutto se la temperatura tende a salire molto. Per quanto riguarda poi l’assunzione di farmaci, il consulto di un dottore è assolutamente necessario: sarà quest’ultimo a prescrivere farmaci (in genere a base di paracetamolo) che possono essere assunti senza nuocere alla salute del feto. Il consiglio, quindi, è quello di non fare mai nulla di testa propria perché comportamenti errati potrebbero avere conseguenze assai spiacevoli.

I rimedi naturali contro l’influenza sono particolarmente indicati quando si aspetta un bambino. I suffumigi, ad esempio, aiutano a liberare le vie respiratorie, le tisane possono alleviare i fastidi del mal di gola e della tosse, bere tanti liquidi può invece contribuire a far abbassare la temperatura corporea.