Ogni anno, con l’arrivo dei mesi invernali, siamo tutti preoccupati di ammalarci e di prendere l’influenza. La scelta di come curarla è a discrezione di ogni soggetto: farmaci o rimedi naturali?

Oggi scegliamo di suggerirvi quali rimedi naturali utilizzare per tentare di assicurarvi una guarigione dall’influenza e addirittura prevenirla, senza imbottire il vostro corpo di farmaci che potrebbero causare ulteriori fastidi e/o indebolirlo.

I rimedi naturali rappresentano una sorta di corazza, da indossare per aumentare e rafforzare le vostre difese. Pensate che grazia alla loro efficacia mirata sulle personali debolezze del soggetto, si può ridurre del 95% la chance di contrarre l’influenza. Esistono due differenti “classi” di rimedi: l’aromaterapia e la fitoterapia.

L’aromaterapia consiste nella diffusione aerea di oli essenziali, ottenuta versando 6/7 gocce di quest’ultimi nell’apposito erogatore, oppure, versandone 4 o 5 gocce nella vasca d’acqua in cui volete immergervi per un rigenerante bagno caldo. Terzo e ultimo modo per utilizzare l’aroma terapia, è l’applicazione cutanea, attraverso 2/3 gocce da versare in 50ml di crema neutra.

Esistono tre tipi di oli essenziali:

  • Oli essenziali di Benzoino, che costituisce un superlativo rimedio naturale contro l’influenza. Il benzoino è ricco di proprietà equilibranti ed è indicato per scacciare sia i sintomi dell’influenza che i malumori. Per un adatto utilizzo è consigliabile assumerlo alla prima sensazione di spossatezza o brividi di freddo;
  • Oli essenziali di Cannella, ottimo stimolante ed energizzante e indicato per prevenire e curare i malanni dovuti ad un colpo di freddo. Da utilizzare nelle fasi in cui lo stato influenzale sembra non voler andar via;
  • Oli essenziali di Eucalipto, un vero e proprio toccasana per riequilibrare corpo e mente. Considerato uno dei migliori febbrifughi, grazie alle sue qualità antisettiche, antivirali e balsamiche. Utile anche per le sinusiti e nelle malattie da raffreddamento.

La fitoterapia, invece, sfrutta tutte le proprietà benefiche e naturali delle erbe per curare alcune patologie. Le principali erbe utilizzate in ambito fitoterapico sono 3:

  • Echinacea, utilizzata per potenziare il sistema immunitario in quanto, attraverso la sua azione, stimola l’aumento della fagocitosi (eliminazione dei nemici da parte delle difese immunitarie). L’echinacea è ideale in caso si indebolimento e in presenza dei primi sintomi influenzali.

DOSI: come prevenzione per le malattie da raffreddamento: 1/2 capsule al giorno di estratto secco per almeno 2 mesi; come trattamento: 30/50 gocce di tintura madre in un po’ d’acqua per 3 volte al giorno, fino alla guarigione. Infine, per il mal di gola, versare 40 gocce di tintura madre in un bicchiere d’acqua e utilizzarlo per i gargarismi.

  • Erba cornacchia (detta anche “erba dei cantanti”), che deve il suo nome alla sua capacità di guarire le laringiti acute e croniche che portano ad un abbassamento di voce. Utile per tutte le persone che soffrono di mal di gola ricorrenti, ha proprietà mucolitiche ed antinfiammatorie.

DOSI: in tintura madre, 40 gocce da prendere 2 volte al giorno, fino al miglioramento.

  • Carpinio bianco, un importante decongestionante delle vie respiratorie in grado di svolgere sia una funzione protettiva che antinfiammatoria. Utile in casi di infiammazione delle vie respiratorie, tosse, faringiti e riniti, svolge una triplica azione: ripartiva, antispasmodica e antitussigena.

DOSI: 50 gocce di maceato glicerico, per 2/3 volte al giorno durante la fase acuta.

Prendetevi cura di voi utilizzando i rimedi naturali e vedrete che farà bene anche al vostro spirito.

A cura di Jessica Di Giacomo

photo credit: In2ShФФT via photopin cc