In Australia è stato lanciato un allarme per mettere in guardia sui cosiddetti jeans skinny, ossia quel particolare tipo di jeans estremamente aderente alla pelle del corpo. Tutto è partito quando una donna di Adelaide ha avvertito un malore che l’ha poi costretta a restare in ospedale per quattro giorni. La donna stava aiutando un’amica a fare il trasloco, indossava i jeans skinny, e all’improvviso è collassata.

Dopo gli accertamenti di routine compiuti in ospedale, i medici hanno sentenziato che a provocare il malore sono stati, molto probabilmente, proprio i jeans skinny che la donna indossava. Troppo aderenti, i jeans hanno avuto effetti piuttosto negativi sulla trentacinquenne di Adelaide: l’aver trascorso tanto tempo accovacciata le ha provocato danni seri ai nervi e ai muscoli, oltreché l’interruzione della normale circolazione sanguigna nei muscoli dei polpacci. Tutta questa situazione ha portato la donna a soffrire la compressione di due dei nervi maggiori delle gambe.

Una volta ricoverata e accertata la lesione dei muscoli del polpaccio – che ha causato il rilascio di alcune proteine nel flusso sanguigno -, alla donna sono state praticate fleboclisi, per procedere con l’eliminazione delle proteine nel sangue, per evitare che in futuro potesse avere problemi ai reni. I medici australiani hanno dichiarato che non si tratta del primo caso in cui i jeans skinny causano conseguenze negative sul benessere del corpo e dell’organismo. In passato si sono riscontrati casi in cui essi hanno provocato lesioni ai nervi dell’inguine ma mai prima d’ora si era verificato un caso di soggetto con danni nervosi e muscolari alla gambe, sotto il ginocchio per giunta.

Il problema dei jeans skinny è che essi sono aderenti ma non elastici e dunque tendono a comprimere molto muscoli e nervi, con le conseguenze anche piuttosto serie come quelle che si sono verificate ai danni della donna australiana di Adelaide.

Gli esperti consigliano ovviamente di evitare l’uso di questi capi di abbigliamento e di rivolgersi immediatamente ad un medico in caso di malore. Quando ci si accovaccia poi, e si avverte del fastidio oppure del formicolio, occorre alzarsi subito e camminare, in modo da riattivare la normale circolazione sanguigna.