Qualche tempo fa avevamo parlato di quanto l’Italia fosse indietro nel passaggio da fonti di energia fossili, il petrolio e il gas metano, a quelle rinnovabili.

Il banco di prova è stato il rapporto dell’EIA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia, che, nell’ultimo rapporto, non ha nemmeno preso in considerazione la tragica situazione italiana.

Ora però sembra che stia per arrivare una buona notizia: dal 2013 arriveranno nuovi incentivi per chi ha intenzione di comperare un’auto elettrica. Se la legge che in questi giorni è al vaglio del governo non sarà cambiata gli incentivi potrebbero arrivare fino a 5000 euro.

L’incentivo più alto è riservato a chi acquisterà un’auto con emissioni di CO2 non più alte di 50 grammi al chilometro. Per chi, invece, opterà per un’auto ad emissioni ridotte (51/95 grammi di CO2 per ogni chilometro) l’incentivo potrà arrivare fino a 1200 euro.

Nel progetto di legge presentato oltre agli incentivi per il 2013 sono stati proposte anche agevolazioni per i due anni successivi e, soprattutto, lo stanziamento di fondi per risolvere il problema principale legato alle auto elettriche in Italia, cioè la mancanza di un adeguato numero di colonnine di rifornimento sul territorio e anche per abbassare il costo dell’energia per le auto elettriche.