Quante volte, da piccoli, la mamma ci sgridava se ci buttavamo in mare dopo aver mangiato: “ ti viene la congestione”, ci gridava. Così, l’abitudine di aspettare qualche ora prima di fare il bagno dopo pranzo, si è radicata nella nostra coscienza.

Ma adesso, arriva una scoperta che smentirebbe il luogo comune: secondo Alberto Ferrando, un pediatra istruttore di rianimazione cardiopolmonare, la convinzione di andare incontro a gravi rischi facendo il bagno subito dopo aver mangiato sarebbe in realtà una bufala e lo proverebbe anche il fatto che in altri paesi non si segue questa consuetudine (i bagni dell’estate di Belen).

Ovviamente ciò non significa, dichiara l’esperto, che prima di buttarci in acqua non dobbiamo tener conto di alcune cose importanti, come ad esempio di non abbuffarci. E’ sempre consigliato fare pranzi leggeri e, nel caso degli adulti, evitare di bere alcool. Altro accorgimento importante è quello di immergersi gradualmente nell’acqua soprattutto se è molto fredda o se si è particolarmente accaldati (c’è chi il bagno lo fa in smoking).

Il vero pericolo infatti sarebbe lo sbalzo termico, che può provocare anche svenimenti in acqua con conseguente pericolo di annegamento (Naike fa il bagno nuda).

photo credit: i k o via photopin cc