Imodium è un medicinale a base di Loperamide, principio attivo che agisce in armonia con l’organismo umano per ristabilire il ritmo naturale dell’intestino, aiutando la digestione a riottenere, gradualmente, la sua regolarità e per arrestare episodi di diarrea acuta. Il suo scopo principale è quello di permettere al corpo di iniziare ad assimilare normalmente fluidi e sali, in modo tale che le feci tornino ad avere la loro normale consistenza. Imodium è disponibile in molti formati (compresse effervescenti oppure orosolubili ma anche capsule molli) in base alle necessità di ognuno.

Posologia e somministrazione

Imodium va somministrato rispettando i seguenti dosaggi:

  • per gli adulti la dose iniziale è di 2 capsule rigide o 2 capsule molli o 2 compresse orosolubili (4 mg). Il trattamento va poi proseguito con 1 capsula o 1 compressa (2 mg), dopo ciascuna evacuazione successiva di feci non formate (molli). La dose massima giornaliera è comunque di 8 capsule o compresse al giorno (16 mg);
  • per i bambini di età compresa tra i sei e i diciassette anni la dose iniziale è di 1 capsula rigida o 1 capsula molle o 1 compressa orosolubile (2 mg). Il trattamento va poi proseguito con 1 capsula o 1 compressa (2 mg), dopo ciascuna evacuazione successiva di feci non formate (molli). La dose massima giornaliera nei bambini deve essere stabilita in base al peso corporeo (3 capsule o compresse/20 Kg), ma non deve superare comunque il massimo di 8 capsule o compresse al giorno (16 mg). Il farmaco va assunto dietro prescrizione medica.

Avvertenze su Imodium ed effetti indesiderati

Imodium capsule rigide contiene lattosio e il farmaco non è dunque consigliato per chi è allergico o intollerante. Questo medicinale è altresì sconsigliato alla donna in stato di gravidanza o che sta allattando. In caso di episodi di diarrea acuta è bene consultare un medico per conoscere la terapia farmacologica più appropriata. Particolare attenzione anche quando si assume Imodium e poi ci si mette alla guida perché il farmaco potrebbe causare vertigini, stanchezza oppure stordimento.

Per quanto riguarda invece gli eventuali effetti indesiderati, l’Imodium può provocare stitichezza, flautolenza, cefalea, nausea e capogiri.