Secondo un recente studio, la chiave del successo di un uomo – nel lavoro, nella vita ma anche in amore – sarebbe racchiusa nei gesti che compie prima di uscire di casa al mattino.

La ricerca, sviluppata per celebrare il lancio del nuovo rasoio Braun Series 9, è stata condotta dall’illustre Dottor Michael Breus, psicologo clinico nonché esperto di disturbi del sonno, secondo cui esisterebbe una forte correlazione tra routine mattutina e successo: in altre parole non conterebbe tanto come un uomo si sveglia ma quello che un uomo fa subito dopo essersi svegliato, perché seguendo il rituale giusto tutti possono aumentare le proprie possibilità di sfondare.

E per quegli uomini che, al suono della sveglia, faticano a trascinarsi fuori dal letto? Anche per loro ci sono buone notizie: non importa infatti essere mattinieri ma imparare a diventarlo rispettando il proprio cronotipo.

Secondo la teoria del Dottor Breus, infatti, contrariamente a quello che si è sempre pensato, le persone non si dividono in mattiniere e nottambule ed anzi sono davvero pochi gli individui che possono riconoscersi nelle due categorie: i cronotipi individuati durante il suo studio sarebbero invece almeno 4, ognuno dei quali corrispondente a un determinato mammifero e con precise caratteristiche, proprio a partire da quello che riguarda il ciclo sonno-veglia.

Lupo, orso, delfino e leone: in base a questa nuova teoria è possibile scoprire qual è il proprio cronotipo e imparare a seguire la routine mattutina ideale per incrementare le proprie possibilità di successo in ogni campo di vita.

Il Dottor Breus, ha infatti individuato una serie di rituali e di buone abitudini che, se messe in pratica subito dopo il risveglio, aumenterebbero il potenziale nascosto di ciascuno: ogni gesto punta infatti a riattivare uno dei 5 sensi così da rendere un uomo più attivo e concentrato sin dalle prime ore del giorno. Ecco in sintesi le 10 regole d’oro per una routine vincente.

  1. Andare a dormire sempre alla stessa ora in modo da regolare il proprio sonno senza bisogno di usare sveglie.
  2. Smettere di usare il tasto snooze della sveglia perché in un breve intervallo di tempo non ci si può concedere un reale sonno riposante e si rischia una maggiore sonnolenza.
  3. Assicurarsi almeno 10 minuti di esposizione diretta alla luce del sole per bloccare la produzione di melatonina, ormone del sonno.
  4. Bere un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente per reidratarsi.
  5. Ascoltare della musica in grado di dare la carica e mettere in moto il cervello.
  6. Respirare profondamente l’aria frizzante del mattino per aumentare la frequenza cardiaca.
  7. Fare esercizi, sia per il corpo che per la mente, così da essere più attenti e concentrati.
  8. Fare una doccia fredda, poiché l’acqua calda farebbe aumentare la temperatura corporea trasmettendo un segnale di sonno al cervello.
  9. Puntare su una colazione proteica che aiuta la memoria e la concentrazione.
  10. Curare il proprio aspetto fisico, facendo attenzione alla scelta del look ma anche al rituale della barba che deve essere impeccabile.

Nella teoria di Breus, queste dieci regole di base, vengono poi modulate per adattarsi al meglio a ciascun cronotipo: se la routine di un uomo leone, mattiniero per eccellenza, dovrà iniziare, per esempio, al mattino molto presto, quella dell’uomo orso, più propenso a un regolare ciclo sonno-veglia, comincerà più tardi.

Insomma, bando alle scuse! Crogiolarsi tra le lenzuola per poi trascinarsi svogliatamente fuori dalla porta potrebbe seriamente compromettere il vostro successo, professionale e non. Parola di scienza.

Pubbliredazionale