Il Grana Padano può diventare un prezioso alleato del nostro organismo nel combattere l’ipertensione: a rivelarlo è stato uno studio italiano, presentato nel corso del 31esimo congresso dell’American Society of Hypertension a New York, secondo il quale consumare 30 grammi al giorno per due mesi di Grana Padano DOP aiuta a far calare la pressione arteriosa. Una buona notizia, arrivata in concomitanza con la XII Giornata mondiale contro l’ipertensione arteriosa, appuntamento patrocinato dalla Società italiana dell’ipertensione arteriosa che cade ogni 17 maggio. La ricerca è stata condotta da un gruppo di scienziati dell’Unità operativa di ipertensione dell’ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza, coordinati dal professor Giuseppe Crippa, e dall’Istituto di scienze degli alimenti e della nutrizione dell’università Cattolica di Piacenza, e i risultati sono stati pubblicati sul Journal of the American Society of Hypertension.

Il team di ricercatori ha preso in esame 30 persone, 17 uomini e 13 donne, tutti di età compresa tra i 45 e i 65 anni e tutti sofferenti di pressione alta (maggiore di 140 mmHg per la sistolica e/o maggiore di 90 mmHg per la diastolica), divisi in due gruppi su base casuale. L’esperimento è stato condotto in cieco: ovvero, al primo gruppo è stato somministrato un placebo, al secondo invece una dose giornaliera di 30 grammi di Grana Padano DOP stagionato 12 mesi. Dopo due mesi, i membri del secondo gruppo hanno visto i loro livelli di pressione diastolica calare di 5-7 mmHg e di 7-8mm per quanto riguarda la pressione sistolica. Il tutto, senza far registrare variazioni nel livello di lipidi e zuccheri nel sangue.

Sono proprio i tripeptidi del grana stagionato, frammenti proteici che si sviluppano nella fermentazione del latte ad opera del Lactobacillus helveticus che inibiscono l’enzima che fa aumentare la pressione arteriosa producendo la conversione dell’angiotensina“, ha commentato il professor Crippa. “Dopo 2 mesi di trattamento con Grana Padano i livelli pressori si sono ridotti in modo significativo e, nella maggior parte dei pazienti, la pressione si è normalizzata. Nel rispetto del disciplinare DOP il Grana Padano non può essere commercializzato con una stagionatura inferiore a 9 mesi, e quello che normalmente si trova sul mercato ha in media 12 mesi, proprio il momento in cui i peptidi antipertensivi raggiungono il picco. Dopo tale periodo, procedendo con la stagionatura, la concentrazione di queste molecole antipertensive diminuisce“.