Il fumo fa male alla pelle: l’ulteriore conferma di una tesi già dimostrata tempo fa è stata data in questi giorni da alcuni studi pubblicati sulla rivista Plastic and reconstructive surgery, ed eseguiti dai chirurghi plastici della University hospital case medical and school of medicine di Cleveland su un campione di 79 coppie di gemelli di 48 anni di età media, 77% donne, fumatori e no.

Gli specialisti hanno identificato le coppie di gemelli identici dal festival annuale ‘Twin days’ che si svolge a Twinsburg, Ohio. Le foto dei soggetti presi in esame sono state valutate dai chirurghi plastici secondo punteggi e scale di riferimento e i gemelli hanno anche compilato dei questionari sul loro stile di vita. Il risultato?

Tutti i gemelli fumatori dimostravano in media 5 anni in più rispetto ai loro gemelli a causa di rughe e segni caratteristici come pelle cadente, borse alle palpebre, rughe intorno a labbra e occhi. Se i fratelli, invece, erano entrambi fumatori, le differenze dipendevano da quando avevano iniziato a far uso di sigarette e, in media, bastano 5 anni di differenza per rendere un viso molto più vecchio.

Il dottor Bahaman Guyuron, direttore della ricerca, ha spiegato: “Nei fumatori sono molto più evidenti i cedimenti della pelle delle palpebre superiori, le borse sotto gli occhi e sotto le palpebre, i solchi naso-labiali, cioè le rughe che vanno dai lati del naso agli angoli della bocca, e i segni intorno alle labbra ed agli occhi. Nei fumatori è stato anche evidenziata la comparsa di iperpgimentazione scura sulle palpebre inferiori, anche se meno evidente rispetto agli altri segni“.

photo credit: massimo ankor via photopin cc