Sono le contraddizioni del nostro tempo… torno a parlare del film a cartoni animati The Lorax, già accusato dai Repubblicani americani di inculcare nei bambini dei valori “pro-Obama” perché di ecologia e di anticonsumismo si tratta. Ebbene, ora a non essere passato inosservato è lo sponsor del film, niente di meno che la IHOP, produttore di quelle merendine-spazzatura che fanno crescere generazioni di americani sovrappeso.

Sotto allo slogan “Piantare alberi fa venire fame!” il Lorax invita i bambini a fare la merenda con un buon “Rooty Tooty Bar-Ba-Looty Blueberry Cone Cake”, ovvero un  pancake infilato dentro a un cono gelato, ripieno di crema di yogurt alla fragola e coronato da frutti di bosco in salsa di zucchero. Insomma, una vera e propria bomba calorica, “frutto” (si fa per dire) non certo di natura ma della chimica industriale più pura.

E del resto basta vederlo… di sano, la merendina “ecologica” non ha proprio niente. In compenso, però, la IHOP dà a tutti i bambini che mangiano la sua merendina un segnalibro fatto di carta di semi. E allora sì, il messaggio ecologico è chiaro…

IL PRECEDENTE

Gli Universal Studios in realtà non sono nuovi sul fare delle gaffe clamorose con i propri sponsor: già tempo addietro la sensibilità degli spettatori ecologisti era stata urtata malamente (negli States ci si indigna per tanto “poco”) con la proposta di una Mazda SUV in un film per ragazzini.

Morale della favola?

La vita si fa dura per tutti i genitori che negli Stati Uniti cercano di inculcare ai propri figli i principi della buona alimentazione. L’industria di Hollywood, purtroppo, non è molto coerente con se stessa e dimostra ancora che il tema dell’ecologia è solo un trend da sfruttare per vendere di più.