Gli integratori alimentari non sono medicinali veri e propri, ma anche il loro mercato non sembra conoscere crisi. Federfarma fa sapere che soltanto in Italia vengono vendute 147 milioni di confezioni l’anno e prepara un corso di formazione riservato ai farmacisti, per aiutarli a districarsi meglio in questa giungla di pillole e polverine.

Il sito del Ministero della Salute è arrivato a contare 54 mila tipi di integratori diversi, tra  drenanti, dimagranti, tonificanti, diuretici, anti-cellulite o semplicemente vitaminici. A farne uso non sono soltanto gli appassionati di sport e fitness, visto che la supplementazione può rappresentare un valido aiuto in tutti quei casi in cui ci sia l’esigenza di colmare la carenza di determinati nutrienti.

“Ma qual è l’integratore giusto per l’obiettivo che vorrei raggiungere? Per quanto tempo occorre assumere il prodotto? Ne avrò davvero bisogno?”. Dato che per acquistare integratori alimentari non c’è bisogno di prescrizione medica, il personale che lavora dietro al bancone dovrebbe effettivamente saper rispondere a queste domande, come si legge nella recente dichiarazione del presidente di Federfarma, Annarosa Racca.

“Il paziente che cerca di mantenere e migliorare il proprio stato di salute, o prevenire disturbi e malattie, trova nella farmacia un punto di riferimento importante, in grado di dare risposte in termini di consulenza sanitaria ma anche di consiglio sul prodotto più indicato. Per migliorare la formazione di chi opera in farmacia e fornire un servizio più efficace ai cittadini abbiamo quindi promosso questo corso in collaborazione con AIIPA, Associazione Italiana Industrie e Prodotti Alimentari “.

Il corso 2015-2016 riservato ai farmacisti titolari e ai loro collaboratori sarà completamente gratuito e verrà gestito direttamente dal sito della Federfarma (www.federfarma.it).