L’ictus rappresenta una delle principali cause di invalidità al mondo eppure si tratta di una patologia che almeno nel 90 per cento dei casi sarebbe prevenibile. Lo sottolinea anche una recente ricerca internazionale condotta presso l’Università di Hamilton (Canada) e la HRB_Clinical Research Facility di Glway (Irlanda), secondo cui per prevenire l’ictus bisognerebbe tenere sotto controllo soprattutto dieci fattori chiave in particolare.

Sempre secondo lo studio internazionale, il principale fattore da tenere sotto controllo, quello maggiormente legato all’ictus, è l’ipertensione arteriosa. Combattere questo problema potrebbe infatti contribuire a prevenire l’ictus almeno nella metà dei casi in cui esso si manifesta. Oltre a quest’ultima però, altri nove fattori chiave vanno tenuto sotto controllo quando si tratta di prevenzione contro l’ictus. Scopriamoli tutti quanti.

Prevenzione ictus: dieci fattori chiave da tenere sotto controllo

In base alle ricerche compiute dagli studiosi impegnati su più fronti e ai dati raccolti, i fattori di rischio da tenere sotto controllo quando si tratta di prevenzione contro l’ictus sono i seguenti (le percentuali indicate si riferiscono alle percentuali di rischio in meno di avere un ictus quando si combattono i problemi elencati):

  1. ipertensione – 48 per cento di rischio in meno 
  2. sedentarietà – 36 per cento di rischio in meno
  3. lipidi nel sangue – 27 per cento di rischio in meno
  4. cattive abitudini alimentari – 23 per cento di rischio in meno
  5. obesità – 19 per cento di rischio in meno
  6. fumo – 12 per cento di rischio in meno
  7. cardiopatie – 9 per cento di rischio in meno
  8. stress – 6 per cento di rischio in meno
  9. abuso di alcol – 6 per cento di rischio in meno
  10. diabete – 4 per cento di rischio in meno