L’Earth Day, il giorno della Terra, si tiene ormai da diversi decenni ogni 22 aprile. In ognuna di queste occasioni, diversi Stati o organizzazioni commissionano dei manifesti che rappresentino il senso di questa giornata dedicata all’ambiente al nostro habitat, il nostro pianeta. Alcuni di essi sono rimasti nella storia per la loro particolarità, o perché disegnati da artisti o peerché studiati da agenzie pubblicitarie che sapevano come catturare l’occhio nel mare generale dell’indifferenza.

Ve ne propongo qui alcuni tra i più belli, in una piccola rassegna dagli anni Settanta in poi…

22 APRILE 1992

Il poster che vedete qui sopra ad apertura dell’articolo è stato disegnato da Peter Max, uno dei protagonisti dell’arte psichedelica negli anni Sessanta.

22 APRILE 1970

Questo poster è stato realizzato da Robert Rauschenberg (1925-2008), un rivoluzionario del movimento modernista del dopoguerra Americano. Il suo lavoro andava dalla pittura alla scultura, sino alla composizione di musica e alle performing art. Il poster venne creato per il primo giorno della Terra in assoluto, quello del 1970, ed esemplifica lo stile eclettico dell’artista.

22 APRILE 2000

Questo poster dallo stile inconfondibile è stato realizzato da Bob Mass, un artista Canadese il cui stile combina le qualità terrene dell’Art Nouveau con i sottotoni psichedelici degli anni Sessanta. L’artista è diventato famoso per i poster che ha creato per i Grateful Dead, The Doors e Steve Miller.