Montagne

Come giganteschi tappeti di roccia, i continenti scivolano lungo il mantello incandescente che separa la crosta terrestre dal nucleo. Questo spostamento è lento ma continuo, e ha moltissime conseguenze. I terremoti, per esempio, o l’attività vulcanica. Ma non solo. Quando due continenti si scontrano, può accadere che uno dei due si immerga e vada a frantumare la frangia estrema dell’altro, sollevandola. Si creano così delle masse al confine tra una zolla continentale e l’altra. Questi rilievi sono le catene montuose. A seconda del movimento dei continenti – schiacciamento, o allontanamento – le montagne si alzano sempre di più, rimangono così come sono, o si appianano. È il processo dell’orogenesi: la nascita delle montagne.

Le valli

La valle è il luogo quieto da dove si parte e dove si fa ritorno dopo una lunga scalata. Alle vette delle montagne e al loro spunzoni di roccia si contrappone al verde che si estende alle loro pendici. Una valle nasce per  erosione all’interno di una catena montuosa e, per questo motivo, la sua forma è concava. È la distesa che conduce alle pendici di un monte al letto di un fiume, al bacino di un lago, o addirittura fino al mare. Le caratteristiche del terreno di valle sono analoghe a quelle della pianura, con la possibilità di coltivare cereali, ortaggi o alberi da frutto. Normalmente, la valle prende il nome dal fiume o dal lago attorno al quali si sviluppa – come, per esempio, il Valdarno -, o dal centro abitato più importante sorto al suo interno – come la Val d’Aosta.

I ghiacciai

Il ghiaccio non abbandona mai il nostro pianeta. Tra un’era glaciale e l’altra, e a dispetto delle stagioni, vi sono depositi perenni di ghiaccio sparsi per il globo. Sono gli immensi ghiacciai che imbiancano le cime più alte, dove non è nemmeno possibile sciare: la temperatura è troppo ostile, e la solidità del ghiaccio è pari a quella della roccia. Nei ghiacciai sono state rinvenute piante antichissime e scheletri – in perfette condizioni – di animali che vissero durante le ere glaciali, come i mammuth, ma anche tracce umane. Lo scioglimento parziale dei ghiaccia crea torrenti, fiumi e laghi a valle. Una delle conseguenze dell’inquinamento è il surriscaldamento del pianeta: se i ghiacciai si sciogliessero più in fretta potrebbero causare inondazioni a valle e un drammatico innalzamento delle acqua marine.