Fortunatamente il periodo di grande celebrità della Dieta Dukan è terminato, ma dopo di lui sono stati tanti i medici, o sedicenti tali, che hanno proposto delle diete miracolose, utili, secondo la loro opinione, a tornare in forma in tempi brevissimi.

Dalla dieta del limone alla cronoalimentazione, passando per la dieta del cavolo, tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo provato a perdere il peso in eccesso seguendo uno di questi regimi alimentari. Il risultato? I chili persi sono tornati…

Ma, se non bastasse la propria esperienza personale per arrivare alla conclusione che l’unico modo per perdere peso è quello di seguire un’alimentazione sana e fare una regolare attività fisica, ci pensa un nuovo studio condotto dalla Nutrinet Santé che ha intervistato 106.000 volontari sulle loro abitudini di dieta e di alimentazione.

Dall’analisi delle esperienze dei volontari, gli studiosi hanno riferito che quando si ricorre a pasti sostitutivi, come bibitoni o barrette, il peso ritorna come prima in almeno il 60% dei casi. Tra chi ha scelto di eliminare dalla sua alimentazione grassi e zuccheri, il 34% ha visto i chili tornare non appena ha inserito nuovamente questi nutrienti nella propria alimentazione. Anche la nuovissima cronoalimentazione non ha dato risultati migliori: nel 42% dei casi, al primo ritardo, sono stati vanificati tutti gli sforzi precedenti.

E la dieta Dukan? Il 49% di chi l’ha provata ha visto i chili persi tornare alla carica non appena terminate le quattro fasi. Stessa sorte per la dieta Cohen: dopo le tre fasi, il peso è tornato come prima nel 50% dei casi.