Continuiamo la nostra rassegna sui cibi che danno un aiuto “super” al vostro cuore. Alcuni vi sembreranno strani, perché, purtroppo, rientrano poco nelle nostre abitudini alimentari, eppure sarebbe bene imparare ad introdurli nei nostri pasti almeno qualche volta la settimana. Si tratta di avena, spinaci e frutta secca.

AVENA

Ebbene, le nostre nonne avevano ragione: l’avena, che sia cucinata in deliziose zuppe rustiche che – all’anglosassone – in un porridge a colazione, è un tripudio di fibre, folati ed acidi grassi omega-3. Un mix straordinario che mette questo cereale ormai perso nella tradizione in cima alle classifiche dei super-cibi per la nostra salute. L’avena aiuta a mantenere le vostre arterie libere ed abbassa i livelli del colesterolo cattivo. Ne esistono diverse varietà, ed ultimamente si stanno anche diffondendo delle versioni con nutrienti aggiunti. Controllate quella che fa per voi: anche quella al naturale va benissimo.

SPINACI

Se andavano bene per Braccio di Ferro, possono andar bene anche per voi. Gli spinaci contengono grandi quantità di potassio, calcio, fibre, vitamine del complesso B: una combinazione che non solo difende il vostro cuore ma aiuta anche nella prevenzione delle malattie e migliora la vostra vista.

FRUTTA SECCA

La frutta secca non solo contiene moltissimi grassi monosaturi (quelli che fanno bene al nostro cuore), ma aiutano anche a ridurre i livelli di grassi saturi. Alcune ricerche suggeriscono che le persone che mangiano frutta secca due o più volte la settimana sono meno soggette alle malattie cardiache rispetto a quelle che non ne mengiano. Come fare? provate ad aggiungere delle noci sgusciate alla vostra insalata, a portarvi una manciata di mandorle come piccolo spuntino in ufficio oppure fate a casa un bel mix di noci tritate da aggiungere ai vostri cereali la mattina per colazione.