Se vi piace l’idea di guidare (o camminare) su una strada stellata come quella nella foto qui sopra, non pensate solo al romanticismo della cosa… Esistono moltissime strade secondarie o di periferia che non sono illuminate dall’illuminazione stradale, naturalmente per questione di costi. Eppure la soluzione c’è, e non consuma niente.

Si tratta della “glowstone“, o roccia luminescente, un aggregato sintetico a base di un pigmento fotoluminescente e resina. Quando viene esposta a una fonte di luce, il pigmento fotoluminescente della glowstone reagisce chimicamente e brillerà nel buio, inizialmente in modo molto forte e poi man mano riducendo la propria intensità nel corso della notte. La luminescenza può essere vista tanto meglio quanto maggiore è l’oscurità, in ambienti in cui v’è assenza di luna o di stelle o – naturalmente – di illuminazione artificiale. Le glowstone possono essere calibrate in modo diverso a seconda della durata che si vuole dare alla luminescenza nottoruna e alla gradazione del bagliore. I pigmenti sono disponibili in due colorazioni: il giallo-verde o il blu-verde.

In definitiva, una pavimentazione stradale con la glowstone aumenta la sicurezza su strada e rende le strade più belle, senza sprechi di corrente elettrica.

Per maggiori informazioni potete documentarvi qui: http://www.jncht.net/photoluminescent_stone.HTM