La guarigione dal cancro, che in passato appariva molto più difficile di quanto non lo sia oggi, può contare sul fatto che i numeri statistici siano completamente mutati. Da male considerato praticamente incurabile, il cancro è diventato una patologia che può essere trattata eccome. E da cui, soprattutto, si può guarire.

In Italia sarebbero almeno tre milioni i soggetti che convivono con esso e che tuttavia riescono ad andare avanti con la propria vita mentre almeno due milioni di persone lo avrebbero sconfitto in maniera definitiva. I numeri sono stati resi noti dal report Lo stato dell’oncologia in Italia, curato dall’Associazione italiana di oncologia medica. Il fatto che la guarigione dal cancro oggi non sia cosa così impossibile come in passato è certamente dovuto ad una serie di fattori: la ricerca è andata avanti e ha prodotto dei risultati, si fa maggiore prevenzione, i pazienti sono più informati. E anche se la strada è ancora molto lunga da percorrere, soprattutto in merito ad alcuni tipi di tumore, l’ottimismo di migliorare ancor di più c’è tutto.

Guarigione dal cancro: qualche numero

I tumori più frequenti negli uomini sono quelli che riguardano la prostata (20 per cento), il polmone (15 per cento), il colon-retto (14 per cento) e la vescica (11 per cento). Per quanto riguarda le donne, invece, il tumore che colpisce la mammella (29 per cento), il colon-retto (13 per cento), il polmone (6 per cento), la tiroide (5 per cento) e l’utero (ancora 5 per cento). Per ciò che riguarda la mortalità, essa sembra essere in costante riduzione, con una media di un calo dell’1 per cento all’anno. Anche i dati di cui si dispone in merito alla sopravvivenza sembrano essere alquanto positivi. La sopravvivenza a cinque anni è aumentata nell’arco di tempo che va dal 1990-1992 al 2005-2007: per gli uomini c’è stato un più 18 per cento (da 39 a 57 per cento) mentre per le donne un più 10 per cento (dal 53 al 63 per cento). La guarigione dal cancro avverrebbe con una media di sette casi ogni dieci.