La granita al limone è un classico della tradizione italiana: fresca e dissetante, è perfetta per uno spuntino da consumare a metà mattina, a merenda o come dessert da offrire ad amici e parenti a fine cena. Essendo composta principalmente da acqua, zucchero e succo di limone fresco, la granita è meno calorica del gelato (100g di granita al limone contengono circa 106 calorie), è indicata per chi soffre di intolleranza al lattosio, dato che non contiene panna o derivati del latte (ad esclusione della granita al caffè), ma è sconsigliata ai diabetici, a causa del suo elevato contenuto di zucchero (generalmente intorno al 20%).

La granita al limone è inoltre ricca di vitamine, principalmente A, C, E e vitamine del gruppo B ed è facilissima da preparare in casa, evitando così coloranti e conservanti che potrebbero trovarsi in prodotti industriali, che nuocciono soprattutto alla salute dei bambini. La sua preparazione è semplice e veloce e non richiede neppure l’uso della gelatiera: sarà sufficiente un semplice frullatore ad immersione o un mixer da cucina e un po’ di pazienza, dato che la granita va mescolata di frequente al fine di ottenere la giusta consistenza ed evitare che ghiacci completamente.

Ecco dunque la ricetta per la granita al limone fatta in casa.

INGREDIENTI

  • Succo di limone 500 ml
  • Acqua 500 ml
  • Zucchero 250 g

PREPARAZIONE

Versare l’acqua in una pentola e portare a ebollizione. Aggiungere quindi lo zucchero e mescolare fino a quando non si sarà completamente sciolto. Quando il liquido diventa trasparente, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare lo sciroppo così ottenuto. Nel frattempo spremere i limoni con uno spremiagrumi e filtrare il succo con l’aiuto di un colino a maglie fini. Una volta ottenuti 500ml di succo di limone filtrato, incorporarlo al composto di acqua e zucchero ormai raffreddato. Mescolare molto bene, poi versare il tutto in un contenitore e riporre in freezer. Dopo circa un’ora e mezza, ammorbidire il composto usando un mixer a immersione. Rimettere la granita in freezer, quindi mescolare energicamente il composto ogni 30 minuti, in modo da rompere i cristalli di ghiaccio che si saranno formati. Continuare così fino al raggiungimento della consistenza desiderata. Se la granita al limone dovesse gelarsi troppo, aiutatevi nuovamente con il mixer.

Potrete infine servire la granita al limone in palline, utilizzando bicchieri capienti. Guarnire con scorza di limone bio grattugiata, foglioline di menta e, se lo gradite, aggiungete un cucchiaino di gin.