Una nuova malattia misteriosa, al centro dei media britannici nelle ultime settimane, sta facendo il giro del mondo: Marnie-Rae Harvey, una 17enne inglese, dal marzo 2013 è affetta da un’ignota condizione che le causa perdite di sangue dagli occhi e alle orecchie.

Fino ad oggi nessun dottore è riuscito a risalire alla causa che provoca questo copioso sanguinamento, che nel frattempo ha cambiato radicalmente la vita della giovane, rimanendo praticamente sempre chiusa in casa e minando i suoi studi per colpa delle numerose assenze sui banchi di scuola.

La sua condizione ha avuto inizio qualche anno fa, nel 2013, quando Marnie ha iniziato a tossire sangue, ma gli esami eseguiti attraverso un’ecografia al petto davano esito negativo: i sintomi, però, sono continuati per un paio d’anni a seguire fino a quando, durante una notte dello scorso luglio, la situazione si è improvvisamente aggravata.

La giovane, infatti, si sarebbe svegliata con la faccia coperta di sangue, notando come lo stesso arrivasse dai suoi occhi: “delle lacrime rosse scendevano dal mio occhio destro” ha raccontato la ragazza ricordando lo sconvolgente epilogo “avevo del sangue su tutta la faccia e un dolore lancinante dietro l’occhio. Sono scesa per le sale e i miei genitori hanno urlato quando mi hanno vista”.

Tuttavia, non è l’unica parte ad essere coinvolta: nei mesi successivi, infatti, la giovane ha iniziato a perdere sangue anche da altri orifizi tra cui orecchie, naso, unghie (anche fino a cinque volte al giorno) e, più di recente, anche lingua e cute.

Oltre alle perdite di sangue la giovane ha iniziato ad accusare emicrania e malesseri, tanto che dovette spesso rinunciare ad andare a scuola per settimane: “avevamo tutte le lettere del medico ma c’erano dei momenti in cui non andavo a scuola per settimane perché i mal di testa erano così forti che tutto ciò che potevo fare era rimanere sdraiata nella mia stanza, al buio, senza potermi muovere”. Ad averne risentito sono anche le relazioni con gli amici e con il mondo esterno: da quando la situazione si è aggravata, infatti, Marnie ha paura anche solo ad uscire di casa perché non sa quando questa condizione si ripresenterà e quanto grave potrà essere.

Negli ultimi giorni, inoltre, il problema sembra essere ulteriormente peggiorato tanto che la ragazza continuerebbe a sanguinare più volte al giorno, contemporaneamente nelle zone accusate, causando ferite e gonfiori oltre che dolori lancinanti e difficoltà nell’aprire gli occhi.

Una condizione, quella di Marnie, che ha inevitabilmente destato la curiosità di molti studiosi e che a quanto pare risulta essere l’unica nel suo genere in Gran Bretagna (ma non nel mondo, in quanto sono già stati registrati due casi simili, uno negli Stati Uniti e uno in India) e che, forse per questo, non è riuscita a trovare una diagnosi soddisfacente.

Oltre al dolore e alla preoccupazione, la condizione di Marnie provoca anche molta frustrazione: la madre della giovane ha spiegato come la figlia non abbia nessun tumore al cervello oppure del sangue anomalo nei vasi dello stesso, idem vale per gli esami del sangue che l’hanno valutata come “in salute”. “Non ha tumori, nessuna malattia del sangue e nessune ostruzioni del sangue. Il suo sangue circola bene”: una malattia misteriosa, che non riesce a trovare una causa nonostante le copiose ecografie svolte anche fegato, ai reni e ancora all’utero, alle ovaie, insieme a occhi, orecchie, naso e gola.

Addirittura, come rivelato dal Daily Mail, per i due anni a seguire dalla prima visita, le sarebbe stato chiesto di cambiare la sua dieta, di eliminare gruppi di alimenti come latticini e zuccheri, ma anche glutine e cioccolato, per cercare di capire cosa possa causare questi terribili sintomi: ma niente ha funzionato. Tutto dimostra come la ragazza sia in perfetta salute, eccetto per un piccolo neo, un sistema immunitario basso: “questo è tutto ciò che abbiamo per ora” spiega la madre della giovane.