Il grado di istruzione della mamma influirebbe sul Dna dei figli. Lo assicura una ricerca della University of California-San Francisco, che ha pubblicato lo studio sulla rivista scientifica Journal of Perinatology. A quanto pare i figli nati da madre che non hanno terminato la scuola potrebbero presentare maggiori probabilità di essere svantaggiati sin dall’inizio.

I ricercatori si sono concentrati soprattutto sulla lunghezza dei telomeri – ossia della parte finale dei cromosomi – e avrebbero scoperto che questa misura potrebbe essere influenzata non solo da fattori quali età, genetica, impiego di farmaci ma anche dal grado di istruzione dei genitori (in questo caso della mamma).

La ricerca avrebbe quindi scoperto che il Dna dei figli le cui madri non hanno portato a termine la scuola sarebbero più brevi del 5/6 per cento. I cinquantaquattro bambini analizzati, nati tutte da mamme di origine latinoamericana che non hanno mai preso il diploma di scuola superiore avrebbero rassicurato proprio di ciò.

L’autrice di questo studio sul Dna dei figli, Janet Wojcicki (professore associato di pediatria presso l’UCSF) ha quindi affermato: “Il fatto che abbiamo trovato un effetto relativo all’istruzione materna sulla salute cellulare quando i bambini sono ancora nel grembo sottolinea l’importanza dell’accesso all’istruzione, in particolare per le famiglie a rischio“.