Può capitare molto spesso di soffrite di gonfiori addominali. Questo disturbo molto spesso viene causato da un’alimentazione poco bilanciata e scorretta, ma anche stress e patologie più o meno gravi come gastroenterite, sindrome del colon irritabile oppure anche da intolleranze.

Per fortuna, per cercare di risolvere il problema, in questi casi un aiuto più che valido può arrivare dalla natura con dei rimedi semplici e pratici, da affiancare a dei consigli altrettanto utili per la propria quotidianità.

Gonfiore addominale: rimedi naturali

Tra i rimedi naturali più efficaci per contrastare il gonfiore addominale è impossibile non nominare i semi di finocchio: questo in particolare aiuterà non solo a prevenire e ridurre il gonfiore ma anche a regolare la digestione. Perché risulti efficace l’infuso dovrebbe essere bevuto almeno due volte al giorno.

Un altro rimedio naturale arriva dalle tisane, in particolar modo dall’anice: anche in questo caso, la tisana sarà d’aiuto non solo ad alleviare il disturbo ma anche ad aiutare la digestione.

Alcuni rimedi naturali arrivano proprio dalla cucina: dal peperoncino, che è in grado di eliminare gas e tossine, favorendo la digestione e diminuendo il gonfiore addominale, se bene bisogna fare attenzione che questo non sia affiancato da forti bruciori in quanto andranno evitati spezie e cibi piccanti. Il secondo rimedio che arriva dalla cucina è la mela che, grazie al suo contenuto di fibre aiuta a contrastare i gonfiori favorendo la digestione ed il traffico intestinale.

Particolarmente efficace anche lo zenzero: da aggiungere grattugiato nelle pietanze o a fette nelle tisane aiuterà a contrastare i sintomi del gonfiore.

Anche il carbone vegetale attivo risulta particolarmente efficace specialmente nel caso in cui i gonfiori si verifichino in maniera persistente: questo, tuttavia, andrebbe assunto sotto parere di un esperto come un medico perché, nel caso in cui si assumano dei farmaci, il carbone potrebbe andare ad inibire la loro efficacia. Questo tuttavia è reperibile in erboristeria o nei negozi in cui vendono dei prodotti naturali e può essere assunto sotto forma di pratiche tavolette o capsule.

Se a causare il disturbo è una condizione di stress allora bisognerà optare per delle tisane con un effetto rilassante. Quindi sì alla valeriana, ma anche alla classica camomilla, melissa e biancospino, che volendo possono anche essere unite in un’unica bevanda.

Gonfiore addominale: alcuni pratici consigli

Come per contrastare qualsiasi problema legato allo stomaco o alla digestione, uno degli aiuti fondamentali arriva dall’alimentazione. Per questo motivo bisognerà fare più attenzione a ciò che si mangia: da evitare pietanze troppo pesanti, come quelle fritte, ma anche merendine, bevande gassate e tutta una serie di cibi decisamente troppo grassi e non molto salutari che non fanno altro se non andare a peggiorare anche la digestione. Banditi anche fumo e alcol.

Da diminuire verdure come broccoli, cavoli e verza mentre la frutta andrebbe consumata lontano dai pasti.

Per regolarizzare il proprio organismo, invece, andrebbe assunta molta acqua, almeno un litro e mezzo al giorno. Tra gli alimenti favoriti c’è invece il finocchio che potrà essere assunto non solo come decotto ma specialmente crudo nelle insalate o cotto.

In alcuni casi il gonfiore addominale potrebbe essere causato da alcune intolleranza alimentare. Tra queste quelle al lievito, specie quello di tipo industriale, per cui quindi bisognerebbe evitare i cibi lievitati che lo contengono, dal momento in cui potrebbe andare a causare anche problemi nella digestione. Un’altra intolleranza che può andare a causare gonfiore è quella al lattosio, ma anche casi di celiachia o semplice intolleranza al glutine. Per questo motivo viene consigliato di eseguire test opportuni per risolvere il problema alla radice.

Un altro consiglio per cercare di evitare i gonfiori addominali arriva dalla masticazione: è importante che questa venga fatta in maniera lenta e lunga, consumando le pietanze senza fretta.

Altrettanto fondamentale è l’attività fisica: se praticata in maniera costante questa può essere di grande aiuto per risolvere il problema, insieme a quello della digestione e a una serie di altri problemi di salute. Questa può andare da una semplice camminata giornaliera di almeno mezz’ora, fino ad una corsa all’aria aperta, con del nuoto, degli esercizi in palestra o anche tra le mura di casa propria.

In ogni caso, nel momento in cui il disturbo risulti essere particolarmente fastidioso e non cessa a dare miglioramenti, allora potrebbe essere il caso di consultare il parere di una figura competente, come il proprio medico curante, per trovare la giusta diagnosi e il trattamento più adeguato.