Chi di noi non si è sentito dire “mangia la verdura che ti fa bene!”. Ebbene le nostre mamme e nonne avevano ragione. A dare fondamento scientifico a queste parole uno studio condotto dai ricercatori delle Università di Cambridge e Southampton sulle proprietà benefiche di alcuni nitrati contenuti negli ortaggi.

I ricercatori britannici concordano infatti nell’affermare che le verdure a foglia verde contengono nitrati in grado di migliora la salute del cuore e combatte il diabete: spinaci, broccoli, cavoli, cavoli rapa e anche lattuga potrebbero dunque realmente migliorare la salute fisica delle persone. Secondo la ricerca, le verdure a foglia verde aiutano a fluidificare il sangue, assicurando il giusto apporto di ossigeno a tutte le parti del corpo e riducendo il rischio di coaguli, ictus e attacchi di cuore. I nitrati, innescherebbero inoltre una reazione a catena in grado di aprire i vasi sanguigni e attivare cellule brucia-grassi in grado di combattere il diabete di tipo 2 e l’obesità.

Le ricerche, che sono state condotte su topi di laboratorio, hanno voluto valutare l’effetto dell’incremento dei nitrati attraverso modifiche nella dieta. Un primo esperimento ha coinvolto dunque 40 topi. La metà di loro ha assunto nitrati attraverso l’acqua, mentre l’altra metà ha agito come gruppo di controllo. Il risultato è stato che i topi che avevano assunto nitrati rivelavano livelli più bassi di globuli rossi, fenomeno associato alla riduzione dell’EPO (eritropoietina) ormone responsabile della regolazione dei globuli rossi dei mammiferi. In condizioni di carenza di ossigeno, l’EPO, stimolando la produzione di globuli rossi (che trasportano ossigeno), determina infatti un aumento della “viscosità” del sangue, condizione potenzialmente a rischiosa per il possibile sviluppo di coaguli e gravi complicanze cardiache. Se ne deduce che i nitrati contenuti negli ortaggi a foglia verde siano in grado di ridurre la produzione di tale ormone aiutando, in maniera naturale, a mantenere il sangue fluido.