Chi inizia una dieta sa quanto sia difficile, soprattutto nel corso dei primissimi giorni, riuscire a resistere alle tentazioni. Fra le cause che fanno perdere le buone intenzioni di proseguire la dieta vi è però un nemico piuttosto ostico: lo stress. Secondo una ricerca condotta dal Silvia Maier, esperta dell’Università di Zurigo, infatti, lo stress – seppur non eccessivo – provocherebbe la perdita dell’autocontrollo e indurrebbe così ad interrompere la dieta, mandando all’aria gli sforzi compiuti fino a quel momento.

Lo stress indurrebbe dunque ad abbandonare la dieta: un esito, questo, confermato anche da un accurato esame diagnostico come la risonanza magnetica, che avrebbe mostrato come lo stress alteri il funzionamento del cervello, inducendo a consumare cibi che dovrebbero essere evitati mentre si è a dieta.

Proseguire la dieta richiede grandi capacità di autocontrollo ed equilibrio, tutti fattori che possono essere messi a dura prova da uno stress più o meno importante. È per questo che i ricercatori dovranno cercare di capire, in futuro, come sia possibile che alcuni fattori in grado di proteggere i cambiamenti strutturali del cervello provocati dallo stress possano in qualche modo intervenire per tamponare gli effetti che esso può avere sulle decisioni che si prendono. Ad ogni modo, non è ancora del tutto chiaro come funzioni l’autocontrollo e come sia possibile intervenire su di esso, anche perché si tratta di un fattore che varia da individuo a individuo.