Il glaucoma è una patologia che colpisce il nervo ottico dell’occhio e che ne provoca una progressiva alterazione del campo visivo. Quando l’occhio è affetto da glaucoma il deflusso degli umori acquei è ostacolato e si accumula, comportando in questo modo uno schiacciamento del nervo ottico e conseguente e probabile danno o morte delle fibre nervose.

Il glaucoma viene spesso notato quando ormai è troppo tardi ed è per questo che la prevenzione è assolutamente necessaria per non rischiare di perdere la vista totalmente e irreversibilmente. Le visite di controllo dovrebbero avvenire soprattutto dopo i 40 anni ma il glaucoma può colpire a qualsiasi età.

Sintomi che favoriscono il glaucoma

Il glaucoma può essere favorito da alcuni sintomi, che aumentano le possibilità di sviluppare questo tipo di patologia che colpisce gli occhi, e che in genere sono:

  • traumi agli occhi
  • diabete
  • pressione alta
  • età avanzata
  • miopia
  • lunghe terapia con cortisone
  • predisposizione familiare

Come prevenirlo

Il modo migliore per prevenire il glaucoma o per evitare conseguenze gravi ed irreversibili (come la quasi totale perdita della vista), è quello di sottoporsi a regolari visite di controllo. Nel corso di queste ultime l’oculista misurerà il tono oculare, valuterà il campo visivo ed effettuerà la misurazione dello spessore corneale (nel caso in cui abbia dei sospetti). La misurazione dei tono oculare, ossia la tonometria, è un ottimo esame diagnostico che consente di tenere sotto controllo nel tempo la pressione dell’occhio, in modo tale da ricevere segnali che possano far insospettire ed indagare in modo più approfondito sulla possibilità che si stia sviluppando n glaucoma.