Un mondo senza fumo, dove la gente non si ammala e si respira un’aria pulita. Forse si tratta di una chimera, ma sognare non costa nulla. E oggi, come ogni anno, ritorna la Giornata mondiale senza tabacco, ricorrenza il cui scopo è quello di incoraggiare le persone ad astenersi per almeno 24 ore dal consumo di tabacco. Un’impresa molto ardua, perché chi conosce persone che fumano sa quanto sia difficile convincerle a smettere.

Nel 2011 l’Organizzazione Mondiale per la Sanità ha stimato che circa sei milioni di persone perdano la vita ogni anno a causa del fumo. Un dato allucinante. La giornata è stata indetta per la prima volta dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità il 7 aprile 1988, in concomitanza con il 40esimo anniversario della sua fondazione. Da quel momento è diventato un appuntamento fisso in tutto il mondo.