Oggi, 28 luglio, è la Giornata Mondiale dell’epatite.

L‘epatite virale ora uccide più persone dell’HIV, ma rimane trascurata e deve affrontare sfide significative per abbattere il tasso di mortalità (come curarsi dall’epatite).

Una nuova importante analisi del Global Burden of Disease Study pubblicata su The Lancet, dimostra che l’impatto globale di HIV, malaria e tubercolosi (TB) ha ottenuto un progressivo miglioramento dal momento in cui i governi di tutto il mondo hanno adottato il Millennium Development Goal (MDG), mentre i decessi causati dall’epatite virale, inspiegabilmente lasciata fuori da questo programma, sono aumentati del 50% tra il 1990 e il 2010, diventando la principale causa di morte tra le malattie infettive (nuovi successi per la cura dell’HIV).

Un nuovo dossier del World Hepatitis Alliance (WHO), pubblicato in occasione della Giornata Mondiale dell’Epatite, ha evidenziato visioni diverse tra i governi e le associazioni di pazienti sull’esistenza e sull’efficacia delle attività svolte per contrastare le epatiti virali.

Charles Gore, Presidente della World Hepatitis Alliance (WHO), ha dichiarato: “abbiamo bisogno dello stesso impegno per affrontare l’epatite virale ora”.