Celebrata per la prima volta il 16 ottobre del 1981, la Giornata mondiale dell’alimentazione viene festeggiata  proprio in questo giorno anche perché il 16 ottobre – del 1945 – venne fondata l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura. La Giornata mondiale dell’alimentazione sarà quest’anno dedicata al tema “Agricoltura familiare: nutrire il mondo, preservare il pianeta“, scelto per valorizzare l’attività svolta dall’agricoltura familiare e dai piccoli agricoltori all’interno dell’economia locale e mondiale. Promossa dalla FAO e dall’Onu (quest’ultima ha altresì designato il 2014 come l’anno internazionale dell’agricoltura familiare), questa edizione sarà dunque tutta all’insegna della promozione del ruolo determinate che l’agricoltura familiare svolge nella lotta per debellare la fame e la povertà nel mondo.

Sulla scia di questa tematica, saranno dunque promosse iniziative e raccolti fondi per offrire sicurezza alimentare e nutrizionale, per migliorare i mezzi di sussistenza nei Paesi poveri e per gestire al meglio le risorse naturali. Senza mai dimenticare, ovviamente, che il tutto deve svolgersi cercando di preservare il più possibile l’ambiente e l’ecosistema (ci si riferisce, in tal caso, a quello che viene comunemente definito sviluppo sostenibile).

In questo giorno, oltre all’evento ufficiale che si terrà nella sede centrale della FAO (a Roma, nei pressi del Circo Massimo) e in cui sarà letto anche un messaggio inviato da Papa Francesco, saranno tanti gli appuntamenti distribuiti su tutto il territorio. Partiamo dagli eventi ufficiali: dalle ore 14:30, nella Sala plenaria della FAO, si svolgerà l’Evento congiunto Giornata mondiale dell’alimentazione/Comitato sulla sicurezza alimentare mondiale dal titolo “Innovazione nell’agricoltura familiare: garantire nutrizione e sicurezza alimentare”; il 17 ottobre, presso l’atrio della FAO si svolgerà invece la cerimonia di firma, in presenza dei firmatari, del Protocollo d’intesa tra FAO e National Geographic; domenica 19 ottobre spazio alla Hunger Run, una corsa che partirà alle ore 10 in Viale delle Terme di Caracalla (a Roma). Gli appuntamenti ufficiali si chiudono il 21 ottobre, con la mostra del concorso internazionale dei manifesti per la Giornata mondiale dell’alimentazione, organizzata dall’Associazione delle donne delle Nazioni Unite.

Anche le scuole italiane parteciperanno alla Giornata mondiale dell’alimentazione. Il Miur ha infatti diramato una circolare per invitare gli insegnanti a dedicare il 16 ottobre alla trattazione e alla discussione di temi che riguardino l’agricoltura familiare.

Un’interessante iniziativa è stata promossa anche dai Musei del cibo, che per l’occasione prevederanno l’ingresso gratuito e attività per i bambini e le loro famiglie: fra questi il museo del parmigiano di Soragna, I musei della pasta e del pomodoro Corte di Giarola (Collecchio), il museo del vino di Rocca di Sala Baganza, il Museo del salame di castello di Felino, il museo del prosciutto di Langhirano e il museo dell’arte olearia di San Secondo.

LEGGI ANCHE

Giornata mondiale della donna rurale 2014: celebrato un ruolo molto spesso relegato ai margini

photo credit: Padmanaba01 via photopin cc