Finita la scuola, inizia il tour de force di centri estivi e giornate in piscina e acquapark… Se nella vostra giornata non riuscite a ritagliarvi un po’ di tempo tranquillo per farvi due bracciate mentre tenete i pargoli sott’occhio, non c’è di che stupirsi. Ma non rassegnatevi a stare di vedetta a bordo vasca, rischiando la noia e qualche colpo di sole: potete tenere sott’occhio i vostri bimbi anche stando immerse nell’acqua e approfittare del tempo in cui “non potete muovervi” per tonificare i vostri muscoli e fare della giornata per i bambini una giornata per la vostra bellezza.

Tonificare i muscoli in piscina, infatti, è meno faticoso, perché la resistenza offerta dall’acqua impone un maggiore impegno muscolare, ma al tempo stesso il peso del corpo grava meno sulle articolazioni.

Ecco allora una breve sequenza di facili esercizi, che potete mettere in pratica davvero ovunque. Prima di iniziare, riscaldatevi un pochino: basta una vasca a nuoto o un minuto di corsa sul posto.

GLI ESERCIZI PER TONIFICARE I MUSCOLI IN PISCINA

  1. Appoggiatevi al bordo della vasca e sollevate ad angolo retto la gamba sinistra, tenendola possibilmente tesa. Abbassate e ripetete il movimento per 10 volte, poi cambiate gamba.
  2. Sempre rimanendo appoggiate al bordo della vasca, sollevate le gambe flettendo le ginocchia e portatele verso destra. Tornate alla posizione di partenza. Ripetete sull’altro lato. Eseguite 3 serie da 10 movimenti completi.
  3. Mettetevi in senso perpendicolare rispetto alla vasca e appoggiate la mano destra sul bordo e la sinistra sul fianco sinistro. Sollevate il più possibile la gamba sinistra lateralmente, tenendola tesa. Abbassatela e ripetete per 10 volte, quindi cambiate lato.
  4. Mettetevi in piedi lontano dai bordi, con le gambe divaricate e l’acqua al livello delle spalle. Distendete le braccia davanti a voi in modo che le palme delle mani si tocchino. Allargate le braccia a croce, quindi richiudetele. Ripetete il movimento per 10 volte.

COME REGOLARSI?

Può darsi che all’inizio non riusciate ad eseguire gli esercizi: fate movimenti meno ampi e man mano provate a migliorarvi. Se avete il fiatone, rallentate i movimenti. Se invece avete l’impressione di non lavorare abbastanza, aumentate la rapidità del movimento e spingete l’acqua il più possibile per trovare maggiore resistenza.

I risultati? Li vedrete con una rapidità sorprendente!