Il clima montano è caratterizzato da inverni rigidi ed estati brevi, per cui il periodo di crescita delle piante che vivono in tali zone ha una durata piuttosto limitata. Si tratta, inoltre, di un clima caratterizzato da forti variazioni di temperatura, con inverni molto freddi ed estati leggermente calde.

Le piante che meglio si adattano a questi climi sono le caducifoglie a foglia piccola o i sempreverdi aciculari, come per esempio le conifere. Tra di esse ricordiamo la betulla (Betula pendula), l’ontano (Alnus glutinosa), il pino silvestre (Pinus sylvestris), l’abete (Abies alba), il pioppo (Populus tremula), il sorbo (Sorbus aucuparia), il faggio (Fagus sylvatica), gli arbusti nani o a portamento strisciante, alcune specie di Rhododendron, le piante perenni alpine e la maggior parte delle bulbose a fioritura primaverile.