Si definiscono annuali le piante erbacee che concludono un ciclo vegetativo, dal seme al fiore al frutto, fino a morire, in un solo anno.

COME SI RICONOSCONO LE PIANTE ANNUALI?

Nei climi più freddi, in cui ci si può attendere gelate invernali, le piante annuali si possono suddividere in rustiche e semirustiche, mentre spesso nei climi più miti parecchie annuali semirustiche si comportano come perenni. Per questo i vivaisti tendono a definire annuali tutte le varietà che fioriscono entro 12 mesi dalla semina, anche se alcune sono in realtà perenni. Oltretutto, tutte le piante erbacee si possono trattare da annuali, se solo si decide di estirparle ed eliminarle alla fine dell’autunno.

LE PIANTE ANNUALI RUSTICHE

Le piante annuali rustiche completano in un anno il loro ciclo vitale dalla germinazione alla produzione del seme e alla morte. Resistono alle gelate e si possono coltivare all’esterno partendo dal seme; alcune addirittura si possono facilmente  autopropagare per disseminazione spontanea.

LE PIANTE ANNUALI SEMIRUSTICHE

Le piante annuali semirustiche comprendono alcune piante da aiuola: dove ci sono pericoli di gelate invernali, queste piante devono essere seminate sotto protezione in serre, tunnel o verande. La semina avviene nel periodo invernale – con la conseguente messa a dimora nella primavera successiva – o in primavera per le aiuole successive.