Un giardino gradevole è il risultato dell’insieme di molti elementi assemblati tra loro con equilibrio. La finalità ultima di un’area verde è quella di essere adeguata alle necessità di chi la abita: deve essere un luogo rilassante in cui passeggiare, giocare, incontrarsi e, naturalmente, gustare la bellezza della natura.

Queste semplici ma indispensabili premesse devono dunque guidare alla progettazione del giardino, compresa un’eventuale pavimentazione, e alla sistemazione delle piante.

Cerchiamo allora di fornire le linee guida  per imparare a realizzare un’area verde che si avvicini il più possibile a specifiche esigenze e gusti estetici, sia che la si progetti e costruisca da soli, sia che ci si affidi alle mani esperte di paesaggisti e giardinieri.

COSA SERVE PER REALIZZARE UN BEL GIARDINO

Al di là dello stile preferito, per realizzare un bel giardino, ricco di piante da fiore e non, è indispensabile fare riferimento as alcuni principi fondamentali di progettazione. Solamente conoscendo bene tutti gli elementi del progetto e come utilizzarli è infatti possibile creare l’ambiente che si desidera.

IL GIARDINO COME UN PROCESSO CREATIVO

La creazione di un’area verde non è sempre un processo ordinato di lavoro, portato avanti sulla base di una serie di elementi già pronti. Come in ogni altro processo creativo, infatti, il risultato finale non è semplicemente dato dalla somma delle singole parti. Al contrario, per ottenere un ambiente ben progettato è fondamentale che i singoli elementi si fondano armoniosamente in una specie di “coro”, così da creare un ambiente naturale che vibri di vitalità e bellezza.

COSA FA DI UN GIARDINO QUALCOSA DI SPECIALE

Un paesaggio, naturale o “costruito” che sia, è veramente memorabile solo se sa agire sull’osservatore a molti livelli: deve insomma avere un certo carattere, emanare una forza che lo renda unico.