L’idea che per dimagrire basti mangiare più frutta e verdura è abbastanza radicata, ma, stando a una ricerca dell’University of Alabama di Birmingham (UAB) e pubblicata nell’American Journal of Clinical Nutrition, altrettanto inesatta.

Probabilmente l’idea deriva dal fatto che molte diete dimagranti compensano la riduzione di apporto calorico inserendo nei menù giornalieri porzioni di vegetali a basso valore energetico, ma questo non significa che basti aggiungere alla propria alimentazione dei cibi sani per perdere peso.

Un team di ricercatori dell’UAB guidati da Kathryn Kaiser, ha vagliato i dati di 7 differenti studi, tutti focalizzati sugli effetti dell’incremento di frutta e verdura nella dieta, per un totale di oltre 1200 volontari osservati, e il risultato è inequivocabile: il maggior consumo di questi alimenti non è di per sé sufficiente a dimagrire.

«Tutti gli studi analizzati mostrano un effetto prossimo allo zero per quanto concerne la perdita di peso – ha dichiarato la dottoressa Kaiser – quindi ritengo che mangiare più frutta e verdura, semplicemente aggiungendole a quanto normalmente si consuma, non sia un approccio corretto per la perdita di peso». 

«In genere si considera  che un maggior consumo di alimenti ricchi di fibre rimpiazzi in modo automatico quello di alimenti meno sani e che questo porti di conseguenza a perdere peso, ma il nostro studio ha dimostrato con assoluta evidenza che la semplice raccomandazione di mangiare più frutta e verdura non produce questo effetto o almeno non in modo tale da influire sull’apporto calorico totale». Spiega ancora la Dottoressa Kaiser. 

In compenso sembra che le aggiunte di vegetali non facciano nemmeno ingrassare e la Kaiser sottolinea l’importanza di incrementare il consumo di frutta e verdura, se non per dimagrire, almeno per i loro molteplici effetti salutari. 

«Dalle nostre ricerche sembra che l’aumento del consumo di frutta e verdura non comporti il rischio di aumentare di peso e questa è un’ottima notizia perché consente di migliorare il profilo nutrizionale della dieta con un maggior apporto di vitamine e fibre alimentari. Per quanto riguarda la perdita di peso, invece, bisognerà integrare la raccomandazione di aumentare il consumo di vegetali con quella di ridurre l’apporto calorico. E magari aumentare anche l’attività fisica».

photo credit: johl via photopin cc

LEGGI ANCHE:
Dieta e attività fisica: le attività più utili per dimagrire secondo le ultime ricerche
Dieta per dimagrire: è il momento di ricominciare a pensare alla linea
Prima colazione: 7 ricerche suggeriscono di farne un pasto completo ed equilibrato