Chi l’avrebbe mai detto che il formaggio avrebbe gli stessi effetti della droga, ossia sarebbe in grado di creare dipendenza? È proprio questo che sosterrebbero alcuni studiosi dell’University of Michigan (Stati Uniti), che attribuirebbero la colpa di questo effetto soprattutto alla presenza della caseina. Quest’ultima, nel corso della digestione, rilascerebbe una serie di oppiacei mentre viene scissa (chiamati casomorfine) e quindi potrebbe generare dipendenza.

Insomma, non è affatto un bel momento per l’industria alimentare: dopo l’attacco sferrato contro la carne, adesso l’ennesima batosta potrebbe essere subita anche dai formaggi, che a causa della presenza della caseina vengono bollati come cibi in grado di avere effetti molto simili a quelli degli stupefacenti. La caseina, secondo quando scoperto dai ricercatori americani, sarebbe in grado di agire sui ricettori oppioidi del cervello umano, provocando poi l’effetto di generare dipendenza. Ovviamente tale dipendenza viene poi spostata verso gli alimenti che contengono formaggio e lattici, pizza prima fra tutti.

In generale, però, sarebbero tutti gli alimenti ricchi di grassi e più difficili da digerire quelli a rischiare di provocare un effetto dipendenza. Il formaggio, però, sarebbe in cima alla lista degli alimenti in grado di favorire maggiormente la dipendenza e il non poterne fare a meno, proprio come avviene per la droga e per tutte le altre sostanza in grado di generare un effetto molto simile a questo (come il tabacco o gli alcolici, giusto per citare tra i più noti).