Volete prepararvi in casa un ottimo formaggio vegetale da spalmare sul pane? La formaggella ai semi di lino è ciò che fa per voi. Fresca e delicata, è ideale da consumare sia al taglio che spalmata sul pane fresco. I semi di lino aiutano a dare compattezza alla preparazione grazie alla loro mucillagine ricca di amminoacidi e sali minerali. Il gel sviluppato dai semi di lino a contatto con l’umido della cagliata rende il formaggio molto omogeneo e gradevole, assai più morbido e compatto delle normali ricottine vegetali.

Unica avvertenza: si tratta di un formaggio vegetale a pasta cotta, quindi la preparazione richiede un po’ di tempo in più rispetto ad altri formaggi vegetali, che essendo a pasta cruda hanno una lavorazione più semplice.

FORMAGGELLA FRESCA AI SEMI DI LINO

Ingredienti (per circa 250 g di formaggio):

  • 1 l di latte di soia
  • 6 cucchiai da tavola di aceto di mele
  • 2 cucchiai da tavola di lievito alimentare in scaglie
  • 7 cucchiai da tavola di semi di lino bruni
  • 1 pizzico di sale integrale
  • 1 pizzico di pepe bianco

Utensili:

  • Casseruola
  • Fuscella piccola per formaggi o un piccolo colapasta
  • Schiumarola a trama fitta
  • Colino a trama fitta

Preparazione:

Portate a ebollizione il latte di soia, versate l’aceto di mele, spegnete la fiamma e attendete che cagli. Raccogliete il caglio con la schiumarola e versatelo nel colino. Sciacquate la cagliata sotto un filo di acqua corrente per togliere l’acidulato prodotto dall’aceto.

Versate la cagliata in una ciotola di vetro. Unite 5 cucchiai di semi di lino, il lievito alimentare, il sale e il pepe. Mescolate con un cucchiaio fino ad amalgamare il tutto.

Distribuite due cucchiai di semi di lino sul fondo della fuscella, versatevi anche il contenuto della ciotola e schiacciate bene con un cucchiaio per far fuoriuscire il siero rimanente.

Fate riposare in frigo almeno 3 ore prima di servire.

[I credits per la fotografia qui sopra vanno a L'Erba Viola]