Le buie e fredde giornate invernali tendono a farti sentire malinconico e depresso? La soluzione c’è: un ente di beneficienza svizzero ha messo a punto una cura piuttosto inusuale, basata sul consumo di formaggio, ed in particolare pranzi con gli amici a base di fonduta di formaggio.

Esso conterrebbe infatti vitamina B12 (cobalamina), altrimenti conosciuta come “vitamina dell’energia”. Un’ apporto inadeguato di tale vitamina è infatti responsabile di depressione, forte senso di stanchezza e debolezza; affaticamento che, oltre ad essere fisico è soprattutto mentale e si manifesta con perdita di memoria, irascibilità, calo dell’attenzione e disturbi del sonno.

I prodotti di origine animale (carne, latticini, uova) contengono questa vitamina in adeguate quantità. Consumare quindi formaggio combatterebbe la depressione garantendo l’assunzione di Vitamina B12, ma anche di zinco, che secondo gli esperti potrebbe contribuire a migliorare l’umore. Meglio ancora se il pasto è consumato in compagnia. Proprio in questo senso viene consigliata la fonduta di formaggio come cibo antidepressione: divenendo un rituale di socialità la fonduta aiuterebbe a combattere l’isolamento e la solitudine.

Lo studio parte dall’aumento di chiamate all’Helping Hand hotline registrato nella stagione invernale, così l’ente benefico ha deciso di compilare un elenco di suggerimenti che possano aiutare a tenere alto l’umore: Klaus Ruetschi, attivo nel ramo della carità a Lucerna, in Svizzera, ha dichiarato: “I nostri consiglieri telefonici  stanno suggerendo alle persone che si sentono particolarmente sole in questo periodo dell’anno di mangiare fonduta di formaggio”. L’idea è quella di combinare il cibo con un momento di socialità, combattendo la generale inappetenza che colpisce chi soffre di depressione e contemporaneamente l’isolamento che spesso ad essa di accompagna. Tra gli altri suggerimenti: indossare colori brillanti, specialmente nelle tonalità dell’azzurro e ridere di più.

Uno studio condotto dalla University of Sussex Mind Lab ha infatti rivelato che il blu e il verde fanno sentire più felici gli uomini,  mentre blu, viola e arancio sollevano gli spiriti femminili. Ridere, nel frattempo, aumenta i livelli di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello e dotate di una potente attività analgesica ed eccitante. Fondamentale poi, ricorda l’ente, è bere grandi quantità d’acqua e dormire a sufficienza. “Anche un pisolino durante la pausa pranzo non è un male” ironizza Mr Ruetschi.

photo credit: Max Opp via photopin cc