La bella stagione è iniziata proprio come il conto alla rovescia per la tanto agognata prova costume. Per questo motivo, per smaltire i chili di tropo presi durante la stagione invernale, specialmente le donne, ricorrono ad ogni tipo di attività fisica, dalla classica camminata alla corsa all’aria aperta fino a dei classici esercizi, svolti magari con una fitball.

Questa, nota anche come “palla svizzera”, in genere viene utilizzata soprattutto per lenire i mal di schiena e aggiustare la propria postura, ma risulta anche particolarmente efficace anche per tonificare i muscoli del proprio corpo.

È importante sapere tuttavia che la sua dimensione varierà a seconda della propria altezza: da un metro e 37 a un metro e 52, infatti, bisognerà optare per una fitball dal diametro di 45 cm, diventando di 55 cm per coloro che sono alti da un metro e 53 a un metro e 70, e ancora 65 cm per chi è alto da un metro e 71 a un metro e 88 e della dimensione più grande, da 75 cm, per chi invece è alto più di un metro e 89. Scegliere la dimensione giusta in base alla propria altezza permetterà non solo di svolgere meglio gli esercizi ma, soprattutto, in una condizione di maggiore sicurezza per il proprio corpo.

Fitball: gli esercizi più efficaci

Per ritrovare la forma fisica desiderata esistono innumerevoli esercizi da svolgere con la fitball, variando ovviamente a seconda della zona del proprio corpo che si vuole tonificare. Questi, ad esempio, sono solo alcuni tra quelli più efficaci:

  • per tonificare i glutei, posizionare la fitball dietro di sé, a pochi centimetri di distanza. Divaricando leggermente le gambe svolgere un classico squat scendendo con il bacino verso la palla fino a sfiorarla per poi tornare nella posizione di partenza. Da svolgere per almeno due set da cinquanta ripetizioni ciascuno.
  • per tonificare i tricipiti basterà rimanere in piedi, con le gambe morbide e leggermente divaricate. Afferrando la fitball con entrambe le mani (con i palmi rivolti verso l’interno), allungare le braccia verso l’alto per poi flettere i gomiti, piegare gli avambracci dietro la schiena e tornare subito nella posizione di partenza con le braccia tese in alto. Per intensificare l’esercizio si possono indossare anche dei pesi ai polsi. Da svolgere per almeno tre serie da trenta ripetizioni.
  • per sviluppare i dorsali e rinforzare le braccia si possono eseguire anche le flessioni. Poggiando saldamente i palmi delle mani a terra, allungare le mani appoggiando il dorso dei piedi sulla fitball. Stendendo bene le braccia, fletterle avvicinando il petto al suolo per poi risalire. Per iniziare si possono svolgere due serie da cinque flessioni, per aumentarlo a dieci ripetizioni.
  • per tonificare gli addominali, sedersi sulla fitball, facendo scivolare il bacino fino ad appoggiare la zona lombare. A questo punto, tenendo le piante dei piedi ben salde sul pavimento, mettere le mani dietro la testa svolgendo il classico crunch, portando il petto verso l’alto contraendo i muscoli addominali. Da svolgere almeno trenta volte per tre serie.
  • sempre per gli addominali, sdraiarsi per terra su un tappetino, appoggiando le gambe – piegate – sulla fitball, e con le mani dietro la nuca svolgere il classico crunch sollevando il petto verso le ginocchia. Anche questo esercizio andrà svolto per trenta ripetizioni da tre serie.
  • per gli addominali obliqui basterà sdraiarsi sulla fitball, facendo sempre scivolare il bacino fino ad appoggiare la zona lombare. A questo punto, con le mani dietro la testa, eseguire un crunch obliquo cercando di portare il busto verso il ginocchio per poi tornare nella posizione di partenza e svolgere lo stesso movimento ma nella direzione opposta. Perché l’esercizio sia efficace andrà svolto per almeno tre serie da trenta ripetizioni ciascuna.