Capita a tutti qualche momento della vita in cui ci si sente particolarmente stressati o vulnerabili. Gli alti e bassi del nostro umore, infatti possono dipendere da tanti fattori, che spesso sono di natura psicologica o indotti da situazioni esterne che fatichiamo a controllare.L’ennesima separazione affettiva da un partner, oppure un matrimonio da organizzare, troppe pressioni in ufficio, ritmi frenetici ai quali fatichiamo stare al passo, un colloquio importante, difficoltà finanziarie, un trasloco, o ancora spossatessa e sensazione di “non piacerci” abbastanza…

PASSO 1: I FIORI DI BACH

E’ stato così anche per me poco tempo fa. Una situazione difficile da affrontare, e anche quando si ha il carattere forte e lo spirito di una roccia, si sente il bisogno di un piccolo aiuto. Quale?

Il primo al quale ho pensato è stata una vacanza, ma non sempre si ha la fortuna di poterla fare. Scartata l’ipotesi di fuga per sgombrare la mente dai pensieri, parlando con un’amica, ecco che spunta il rimedio naturale per eccellenza:le essenze floreali. Naturali, economicissime, facili da reperire e da utilizzare anche da soli…

Conoscevo già i fiori di Bach, una serie di essenze floreali concentrate in una soluzione alcolica, da assumere un paio di volte al giorno sotto forma di goccine direttamente sulla lingua o disciolte in un bicchier d’acqua. I fiori di Bach sono molto utili ed efficaci, e prenderli è davvero semplice. Basta andare in erboristeria: se già sapete quali prendere, vi basta prendere l’essenza che meglio vi aiuta per il vostro problema; altrimenti potete fare il test direttamente in erboristeria. A seconda della difficoltà che avete in quel momento, a seconda di quale aspetto della vostra vita è sbilanciato, i fiori di Bach vi aiutano a ritrovare l’equilibrio emotivo che vi serve, facendovi ritrovare serenità e lucidità mentale.

Dei fiori di Bach esistono anche delle miscele già pronte: il più famoso è il Rescue Remedy, che vi aiuta in tutti i casi di stress e agitazione, ed agisce molto molto velocemente. Proprio per questo è considerato un aiuto di “emergenza” valido un po’ per tutte le nostre “emergenze emotive”.

PASSO 2: I FIORI AUSTRALIANI

Fermo restando che i fiori di Bach sono un aiuto validissimo, la vera novità per me è stato scoprire i fiori australiani. Funzionano esattamente nello stesso modo, solo che le essenze sono quasi il doppio e trattano aspetti molto più specifici. Dunque è più facile correggere in modo mirato il proprio problema. Anche qui esistono delle miscele già pronte che servono per riequilibrare una gamma di aspetti emotivi ed emozionali temporaneamente sbilanciati.

Insomma, detto fatto: sono andata alla ricerca di un’erboristeria che li avesse e li ho provati. Il risultato è stato sorprendente e rapidissimo. Ma, al di là di questo, c’è un altro aspetto per il quale i fiori australiani rappresentano un’evoluzione rispetto ai fiori di Bach: grazie alla loro specificità ci inducono a pensare a tutti quegli aspetti di noi che sono poco armoniosi o che avvertiamo come “fuori posto”, innescando un circolo virtuoso di introspezione e correzione per gradi.

Insomma, consigliatissimi. Vale la pena perdere un po’ di tempo per cercarli…