Prima di cominciare a seminare e piantare i vegetali e la frutta che volete far screscere nel vostro orto o frutteto, il terreno sul quale volete mettervi al lavoro deve essere adeguatamente preparato. Appena le condizioni meteo e del suolo ve lo consentono, mettetevi a strappare tutte le erbacce e livellate per bene il terreno che utilizzerete per seminare o piantare. I suoi leggeri e sabbiosi possono essere coltivati senza particolare fatica: fate arieggiare il terreno rastrellandolo leggermente e il lavoro è fatto. Ma se il vostro terreno è invece pesante avrete bisogno di farlo arieggiare e di uniformarlo, perché i grossi blocchi di terra si saranno rotti durante l’inverno per azione del gelo.

Se il suolo è particolarmente fangoso o appiccicoso, provate a lavorare su delle assi, in modo da distribuire il vostro peso adeguatamente ed evitare di sprofondare e danneggiare così il suolo sottostante. Aspettate comunque a mettervi a lavorare il terreno finché non è abbastanza asciutto da non farvi sprofondare quando lo calpestate con gli stivali.

COME MIGLIORARE IL SUOLO PRIMA DI SEMINARE

Rompete tutte le zolle, rimuovete le pietre e i sassi ed altri detriti man mano che procedete. Se volete creare il letto per i semi, la superficie avrà bisogno di essere la più piatta e livellata possibile, con la superficie uniforme e leggermente sdrucciolevole. Se il terreno è troppo umido per essere preparato, stendetevi sopra un foglio di plastica trasparente: questo lo asiuterà a scaldarsi e ad asciugarsi (oltre che a proteggerlo da ulteriori piogge), ed anche a far spuntare tutte quelle erbacce nascoste che poi dovrete estirpare prima della semina. Una volta che il terreno è pronto, copritelo comunque con un foglio di plastica finché non sarete pronti a seminare.

COME PROTEGGERE I SEMI

Una volta che avrete seminato, se ci sono gatti in zona o degli uccelli, potete coprire l’area seminata con delle reti apposite, che impediscono ai gatti e agli uccelli di andare a rovistare nel terreno.