Se avete mai pensato di piantare le vostre patate per averle sempre fresche e biologiche, ecco alcuni accorgimenti per cominciare a farle crescere (e non smettere più!).

Quel che c’è da sapere è che le patate possono essere piantate in qualsiasi posto, ma ci metteranno diverse settimane prima di germogliare, perché il tubero è particolarmente sensibile al freddo e agli sbalzi di temperatura. Potete proteggere le vostre piantine di patate coprendole per bene, oppure ritardare il loro interramento di un paio di settimane.

COME SI PIANTANO LE PATATE

Mettete i tuberi in un vassoio, in una posizione soleggiata, come una finestra, dove non ci sia il rischio di gelo. Quando iniziano a uscire i primi germogli, i tuberi sono pronti per essere interrati.

Usate una piccola zappa o un rastrello per scavare dei solchi a forma di V nella terra, alla profondità di circa 10-13cm. Spaziate le file di circa 60cm per le varietà che maturano prima, e di 75 per le altre. Posizionate poi i tuberi ad una distanza di circa 40-50cm nello stesso solco. Assicuratevi che i germogli siano posizionati guardando verso l’alto. Per i tuberi più grandi, assicuratevi che ci siano al massimo tre germogli, e togliete gli altri. Coprite i tuberi con la terra che avevate tolto per creare il solco. Fatelo con attenzione, cercando di evitare di muovere il tubero o di danneggiarlo con i denti del rastrello. Compattate il suolo attorno ed innaffiate bene.

COME FAR CRESCERE LE PATATE SENZA INTERRARLE

Se non volete interrare le vostre patate, potete piantarle sotto un foglio di plastica nero (il classico sacco nero dell’immondizia va benissimo). Seppellitene gli angoli in modo che non si muova, e poi con un taglierino fate dei tagli a forma di croce dove andrete a piantare ciascun tubero. Piantate ogni tubero sotto il taglio che avete fatto  ed assicuratevi che ciascuno di essi sia coperto con almeno 2-2,5 cm di terriccio. I germogli saranno in grado di farsi strada da soli attraverso i tagli che avete creato.