In pieno agosto la voglia di vacanze cresce in maniera esponenziale e i last minute sono la soluzione migliore per risparmiare qualcosina e godere comunque di un bel viaggio, magari fuori dall’Italia o, perché no, dall’Europa.

Spesso,  però, per la fretta di partire non ci si informa adeguatamente sulle malattie che si potrebbero incontrare nella nazione dove si trascorreranno le proprie ferie. Ecco quindi le principali precauzioni segnalate dall’Oms e dalle altre agenzie mondiali per la salute dei viaggiatori dell’ultimo minuto:

Mers e H7N9, principali protagonisti delle cronache sanitarie recenti, hanno colpito solo in Medio Oriente con il picco di casi in Arabia Saudita, ma l’Oms suggerisce solo di adottare le misure di igiene basilari, dal lavarsi spesso le mani ad evitare i cibi poco cotti.

- L’epidemia di H7N9 che ha colpito la Cina sembra essersi fermata. Valgono comunque le stesse precauzioni.

- Anche chi rimane in Europa deve rimanere all’erta: nell’ultimo bollettino dell’Ecdc si pone in evidenza il cosiddetto virus West Nile, ovvero la febbre del Nilo occidentale, da poco tornato in Grecia, e l’epatite A, di cui sono segnalati focolai in nord Europa. Nel primo caso bisogna cercare di evitare le punture di zanzara, usando le consuete accortezze. L’epatite trovata in Finlandia, Svezia, Norvegia e Danimarca è legata probabilmente a frutti di bosco congelati che dovrebbero essere stati ritirati dal mercato.

- Sempre l’organismo europeo segnala alcuni paesi – fra cui anche l’Italia – in cui ci sono più casi della media di morbillo. L’Ecdc cita Germania, Francia e Gran Bretagna: chi non è vaccinato rischia il contagio.

- Attenzione anche alla Thailandia, dove è stato segnalato dal sito del Cdc di Atlanta, il pericolo di Epatite A e febbre tifoide come il più importante. Per chi non ha avuto il tempo o la possibilità di vaccinarsi il suggerimento è cercare di evitare cibi e bevande potenzialmente contaminati, scegliendo sempre bibite imbottigliate e alimenti cotti.

- In Israele, in cui oltre a quello di West Nile recentemente si sono verificati focolai di morbillo ed è stato trovato anche il virus della polio in alcune acque di scarico nel sud del paese. Anche in questo caso la vaccinazione è il mezzo più sicuro per evitare problemi.

Ulteriori indicazioni utili per i viaggiatori internazionali sulla salute si possono trovare sul sito viaggiaresicuri.it del Ministero degli Esteri, costantemente aggiornato.

photo credit: Vito Manzari via photopin cc