Se fino ad oggi poteva essere un mistero, un gruppo di ricercatori dell’Università di Kyoto hanno scoperto da dove arriva la felicità: attraverso lo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports è stata identificata un’area del cervello che sarebbe responsabile di questa emozione.

Il precuneo, questo il suo nome, è un’area piuttosto piccola situata in una zona remota del cervello, precisamente all’apice della nostra testa, situato all’altezza del lobo parietale: secondo i ricercatori dalle dimensioni di questo potrebbe dipendere la propensione di una persona ad essere più o meno felice.

Per dimostrarlo gli stessi hanno condotto lo studio concentrandosi su un piccolo gruppo di volontari che a loro volta sono stati sottoposti a risonanza magnetica mentre gli venivano poste delle domande per misurare il benessere psicologico, in modo da capire se si sentissero felici e appagati della propria vita.

Confrontando i risultati della risonanza e le risposte i ricercatori sono stati in gradi di stabilire un fatto interessante: le persone più felici presentavano dimensioni maggiori del precuneo, il quale non sarebbe solamente associata alla gioia ma anche ad altre attività come la memoria episodica, la coscienza e la capacità di riflettere su sé stessi.

Un piccolo passo che, secondo gli autori dello studio, potrebbe in un futuro aprire strade a dei nuovi programmi di intervento in grado di massimizzare la propria capacità di essere felici.