Quando i bambini hanno la febbre alta i genitori possono andare nel panico più totale perché si preoccupano per la salute dei propri piccoli. Spesso questo atteggiamento risulta però deleterio perché i genitori che vanno nel panico tendono a dare troppi farmaci ai figli, magari antipiretici che fanno scendere la febbre ma non la mandano via del tutto.

Per cercare di aiutare le mamme e i papà che devono vedersela con la febbre alta dei bambini, l’ordinario di pediatria dell’Università do Firenze e direttore del dipartimento di Pediatria internistica ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, Maurizio de Martino, ha stilato un decalogo di dieci regole da seguire quando la temperatura corporea dei bambini sale troppo. Si tratta di un decalogo che anticipa di qualche giorno i contenuti di un convegno che si terrà all’Università di Firenze la settimana prossima.

Febbre alta bambini: dieci regole da seguire

Le dieci regole da seguire quando la temperatura corporea dei bambini diventa troppo alta sono le seguenti:

  1. misurare la febbre servendosi soltanto del termometro elettronico digitale;
  2. far visitare in giornata il lattante che ha la febbre perché le infezioni batteriche gravi sono assai frequenti;
  3. se la febbre non si abbassa, non insistere con la somministrazione di antibiotici;
  4. rispettare le dosi farmaceutiche segnalate dal medico o dal foglietto illustrativo del medicinale;
  5. rispettare altresì i tempi di somministrazione indicati dal medico, cercando di non restringerli e di non allungarli;
  6. attendere almeno un’ora e mezza prima che l’antipiretico inizi a fare effetto;
  7. la via di somministrazione da privilegiare è quella orale, salvo casi rari;
  8. evitare di affidarsi del tutto ai rimedi della nonna;
  9. le febbre da crescita dei dentini non esiste;
  10. porre attenzione alla malaria, se il bambino presenta febbre al ritorno da un Paese ad endemia malarica.