Gustose e versatili in cucina, le fave costituiscono un prodotto tipico della stagione primaverile ed estiva. Perfette da consumare fresche, in insalata, o accompagnato con salami nostrani e formaggio pecorino, le fave sono ricche di proteine, fibre, vitamine e minerali; hanno un ridotto contenuto calorico e vantano proprietà diuretiche ed energizzanti. Oltre che crude, appena colte ed ancora in baccello, si possono acquistare secche, surgelate, oppure in scatola, per poi cucinarle in diverse maniere.

Se si utilizzano fave secche, prima della cottura dovremo tenere a mente che necessiteranno di un ammollo di almeno 12 ore. Mettetele quindi a bagno in acqua fredda la sera precedente e procedete alla cottura dopo aver ben scolato il liquido in eccesso. Nel caso di fave non decorticate, meglio invece prolungare l’ammollo a una notte e un giorno. Diverso il discorso per le fave surgelate: in questo caso tutto ciò che c’è da fare è aprire la confezione e lasciarle cuocere in acqua bollente per una ventina di minuti. Nel caso di fave in barattolo, scolatele, sciacquatele e fatele infine insaporire in padella con un leggero soffritto di cipolla. Proprio la cottura in padella è tra le più apprezzate, poiché si presta a dar vita a contorni davvero sfiziosi, come nel caso delle fave in padella con cipolla e pancetta, ma anche a sughi saporiti e secondi piatti fantasiosi.

Se siete in cerca di qualche idea per cucinare questi fantastici legumi, sappiate che pasta e fave è un vero e proprio must: non dovrete far altro che ripassare le fave in padella con un po’ di cipolla, far cuocere la pasta ed insaporire il tutto con erbe aromatiche, un po’ di foraggio grattugiato ed una spolverata di pepe! In inverno, un primo piatto alternativo può invece essere costituito da una buona zuppa di fave, da cuocere questo caso in qualche mestolo di brodo ed accompagnare con pancetta, cipolla, prezzemolo e pepe nero. Un’ottima crema di fave si ottiene invece sbollentando le verdure in una casseruola (fave, patate, carota e cipolla) e poi frullando il tutto. Accompagnate il piatto con pecorino grattugiato, qualche fava croccante e cubetti di pane tostato: una vera delizia!

Tipicamente primaverili sono invece piatti come fave e cous cous (o quinoa) oppure delle sfiziose polpette di fave. Per i più creativi, questi meravigliosi legumi possono poi diventare l’ingrediente principale per torte salate, soufflé, crocchette, risotti, mousse e via dicendo.