Il ciclo mestruale di una donna dura mediamente 28 giorni e può essere suddiviso in diverse fasi: la fase follicolare (in cui il follicolo porta a maturazione la cellula uovo), la fase luteale (o post ovulatoria) e infine la fase mestruale.

Nello specifico, la fase luteale (o lutenica) inizia nel momento in cui il follicolo, dopo aver portato a maturazione l’ovulo, se ne libera e diventa corpo luteo. Inizia dunque con l’ovulazione e continua fino all’arrivo delle mestruazioni, con una durata media che va dagli 11 ai 16 giorni.

Dopo aver liberato la cellula uovo, sotto l’azione dell’ormone LH, il follicolo si trasforma in una piccola cisti chiamata corpo luteo. Questo ha il compito di produrre progesterone, preparando l’utero ad una eventuale gravidanza. Le funzioni svolte dal corpo luteo sono essenzialmente 3:

  • rendere più spesso l’endometrio (mucosa che riveste internamente l’utero) preparandolo ad accogliere l’impianto di un’eventuale cellula uovo fecondata.
  • inibire la produzione di FSH e LH, arrestando l’ovulazione da parte di altri follicoli
  • innalzare la temperatura basale di 0,2 gradi per riscaldare l’utero e renderlo più accogliente  per l’ovulo fecondato

Se l’ovulo non viene fecondato, o il suo impianto non va a buon fine, il corpo luteo va incontro ad una rapida degenerazione (luteolisi), cui segue l’arresto della secrezione di progesterone, innescando lo sfaldamento dell’endometrio (che non riceve più nutrimento) e quindi la comparsa delle mestruazioni.

La fase luteale coincide dunque, qualora sia avvenuto il concepimento, al periodo in cui avviene l’annidamento dell’embrione nell’utero. Si tratta di un momento molto delicato, pertanto disturbi della fase luteale possono portare a difficoltà nel rimanere incinta. Il cosiddetto deficit della fase luteale, si verifica ad esempio quando la fase post ovulatoria dura meno di 10/11 giorni, non dando quindi il tempo all’endometrio di giungere a maturazione, lasciandolo impreparato ad accogliere e sostenere l’embrione. In questi casi la fecondazione avviene senza problemi, ma l’embrione non trova un ambiente adatto al suo impianto.