La ricerca italiana continua a regalare parecchie soddisfazioni. E’ da poco stata resa nota la notizia che un gruppo di studiosi dell’Università di Genova avrebbe scoperto come un farmaco anti diabete, la metformina, sarebbe in grado di impedire alle cellule cancerose di assorbire zuccheri dal sangue e dunque di impedirne così la crescita. Si tratta ovviamente di una scoperta importante, che in futuro potrebbe aprire le porte ad un farmaco in grado di potenziare l’efficacia delle terapie oncologiche.

Lo studio sul farmaco anti diabete in grado di bloccare la crescita delle cellule tumorali è partito dalla premessa legata al fatto che i tumori sono avidi consumatori di zuccheri e che grazie ad essi riescono ad accrescersi. E’ proprio l’alterazione del metabolismo del glucosio a dettare il comportamento delle cellule cancerose poiché il glucosio, per esse, funge da carburante.

Per cercare di porre un freno a tutto questo, i ricercatori dell’Università di Genova hanno provato a testare l’efficacia del farmaco anti diabete, la metformina, scoprendo che questa sarebbe in grado di bloccare l’azione dell’insulino-simile IGF1 e dunque di ostacolare l’ingresso preferenziale degli zuccheri all’interno delle cellule cancerose, per alimentarle.

Questa scoperta, così come comunicato dalla Società Italiana di Diabetologia, potrebbe dunque essere il lasciapassare per giungere finalmente alla creazione di un farmaco che possa andare a rendere molto più efficaci le terapie anti-tumorali fino ad ora utilizzate per la terapia del cancro.